Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • image
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • image
  • parco sud
  • image
  • image
Previous Next


Locate, l'outlet di campagna
una realtà quasi al via

Ormai quasi tutti i tasselli hanno trovato il loro incastro: l'accordo di programma tra Regione, Provincia, Ente Parco e Comune di Locate è concluso. Il grande outlet di campagna -un’area di 305.000 mq, di cui 172.000 su una superficie ex industriale, mentre i restanti 133.000 si sviluppano su un’area agricola all’interno del Parco Sud, che dovrebbe diventare verde a servizi- ha ben poche probabilità di non essere costruito. Incuranti della crisi economica, della disponibilità sovrabbondante di centri commerciali di ogni dimensione e genere, del consumo di suolo che macina terreno al ritmo di 8 mq al secondo (dati Ispra), al posto del grano e del mais, verrà seminato inutile cemento nel nostro Parco. Per di più in un'area classificata tra i “territori agricoli di cintura metropolitana” (art. 25), che “per la loro collocazione, compattezza e continuità e per l'alto livello di produttività, sono destinate all'esercizio ed alla conservazione delle funzioni agricolo‑produttive, assunte quale settore strategico primario per la caratterizzazione e la qualificazione del parco”. Di più: secondo il nuovo Piano Territoriale Regionale, l’area appartiene al paesaggio della fascia della bassa pianura i cui paesaggi “vanno tutelati rispettandone la straordinaria tessitura storica e la condizione agricola altamente produttiva”.

Soldi, soldi, soldi

Consumo di suolo, campagna sottratta agli agricoltori, viabilità al collasso e forte inquinamento ambientale in uno degli ultimi polmoni verdi, sotto tutela, della provincia milanese? Echissenefrega!!! hanno detto tutti i protagonisti. La Provincia, in particolare l’ex assessore al Territorio, il Pdl Fabio Altitonante, ora consigliere regionale, ha avuto modo di dichiarare che "si tratta di un piano di riqualificazione le cui ricadute saranno positive: al Parco andrà un milione di euro, verranno piantumati 940 alberi e verranno recuperate aree da mantenere agricole". In difesa dell’outlet, ovviamente, si schiera anche il sindaco di Locate Triulzi, Severino Preli (Pd): "Non capisco gli ambientalisti. Grazie a questo progetto recuperiamo 122mila metri quadrati che saranno restituiti al Parco. Il traffico veicolare poi, se è vero che aumenterà, ci sarà principalmente il sabato e la domenica. Qui si tratta di portare circa 500 posti di lavoro su cui avranno precedenza i locatesi".
Sulla questione del lavoro, però, la Confcommercio Milano sostiene che: "Questa realtà avrà un impatto negativo molto forte anche sull’economia locale: molti negozianti e commercianti di quartiere entreranno in difficoltà. Quando faremo conto dei danni rispetto ai benefici, ci accorgeremo che non ne sarà valsa la pena".
Ma l'insensato progetto prosegue. E ormai pare impossibile fermarlo, anche perché il denaro fa gola: 25 milioni di euro di oneri di urbanizzazione al Comune, 1 milione all'Ente Parco e altri soldi  alle imprese che devasteranno il territorio per sfondarlo con strade che arrivino fino all'outlet in piena campagna.
L'ultima spes rimane la Soprintendenza, da noi interpellata insieme a Italia Nostra Sud Est Milano, a cui abbiamo chiesto che le tutele esistenti sull'area -dove vi è anche un antico santuario dedicato alla Madonna della Fontana- non siano solo sulla carta.


Commenti  

#3 gordon blue 2013-04-21 16:49
E' attiva una petizione d'iniziativa popolare per fermare il progetto outlet. La trovi qui:

http://www.avaaz.org/it/petition/Fermiamo_il_nuovo_outlet_nel_cuore_del_parco_agricolo_sud_Milano/?tFYYBeb
#2 cisco 2013-04-15 08:15
io ci credo poco al palazzetto dello sport di Opera
purtroppo inizieranno i lavori distruggendo il prato, ma poi finiranno li abbandonati
su Locate finirà allo stesso modo, lavori avviati e poi bloccati li...
iniziative e presidi contro l'outlet per ora non ne sono previsti?
#1 Adriano 2013-04-04 17:24
Opera confina con locate triulzi anche Opera e stato approvato il PGT dovrebbe nascere un mega Palazetto dello Sport e un Supermercato senza contare tutti i palazzi che stanno costruendo dove opera dovrebbe crescere di cinquemila unità distruggendo il territorio agricolo meno male che dicono che non si può costruire nel paro sud

Aggiungi commento


Il video del mese

Il video del mese è dedicato al Parco agricolo del Ticinello (nel Parco Sud), nell’area di piazzale Abbiategrasso, con metropolitana rossa: è un luogo dove poter anche vivere l’estate con musica, balli, pittura e passeggiate e soprattutto 88ettari di verde e alberi: un vero patrimonio salvato dalle lunghe mani di Ligresti, che avrebbe voluto farne luogo di orrendi palazzoni. Lo evidenziamo soprattutto per chi dovesse passare l’estate a Milano… e avesse voglia di vivere la natura, almeno per qualche ora. Ma sono tantissimi i posti per vivere l’estate a Milano. Dove informarsi per scoprire i tanti luoghi ricchi di bellezze naturali e storiche del nostro meraviglioso mondo? Nei numerosi Punti Parco: se visitate il nostro sito - www.assparcosud.org - trovate l’elenco aggiornato.

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano