Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • image
  • image
  • parco sud
  • image
  • image
Previous Next

Diossina per incendio a Corteolona
11 volte sopra il livello. Spariti i proprietari
che da mesi accatastavano rifiuti illeciti

7 gennaio 2018. Le concentrazioni di diossine e furani rilevate nelle prime ore dell'incendio arrivano a 11.9 picogrammi equivalenti per metro cubo. Arpa segnala che per questi due elementi non è previsto un limite di legge: l'OMS indica però in 0.3 pgeq/m3 il valore sopra il quale si è in presenza di una sorgente di diossine che merita di essere individuata e controllata nel tempo.
Il sindaco, che nelle prime ore aveva chiesto di "tapparsi in casa", di non raccogliere i prodotti dell'orto e tenere gli animali chiusi nelle stalle, ieri aveva dato il via libera… fuori tutti.
Ma ARPA e Azienda Sanitaria invitano all'allerta almeno fino a domani.
La rabbia è irrefrenabile. Eppure si sapeva da mesi che camion andavano e venivano da questo capannone, ora sotto sequestro (non è un po' tardi?). E la procura ha avviato le pratiche per incendio doloso (acume incredibile)! Intanto a bruciare sono stati quintali di materiali in plastica, che hanno sprigionato una nube tossica di veleni: lascerà un profondo e negativo segno nelle persone, nelle acque, nei campi. Ma l'Italia si sta inquietando per i sacchetti dell'ortofrutta al supermercato! Fossero bruciati quelli … liberiamoci della plastica. Sta uccidendo il Pianeta e i suoi abitanti.

 

Aggiungi commento


Il video del mese

. “Viboldone è un borgo di origini medievali nella campagna di San Giuliano Milanese. Accanto sorge anche l’abbazia, un capolavoro dell'architettura  gotico lombarda, fatta costruire e affrescare fra il XII e il XIV secolo dall'ordine monacale degli Umiliati. L'abbazia è uno dei complessi medievali più belli e importanti dell'intera regione: è ben tenuto dalle monache benedettine, ma il borgo del circondario è in totale degrado. Disabitato, anzi, deserto, con rogge e fontanili ridotti a fogne e discariche, i mattoni privi d'intonaco si sbriciolano, crollano i tetti, le strade malamente rattoppate, le cascine secolari sono abbandonate: un intero patrimonio edilizio con tutti i crismi per durare secoli, è invece lasciato all'incuria devastante. Un borgo fantasma dove le finestre non hanno più vetri ma solo lembi di plastica trasparente. Il panorama è di desolazione. Una vergogna, per una civiltà che si onora, quando fa comodo, di definirsi cristiana. Eppure, basterebbero pochi milioni d'investimento per sistemarlo…” scrive Roberto Schena, anche autore del video.

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano