Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • image
  • image
  • image
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • image
Previous Next

Cascina Casottello diventa un polo culturale
per il quartiere della zona 4 di Milano
Domani l’inaugurazione ufficiale con festa

6 aprile 2018. Una biblioteca popolare di quartiere, multiculturale e multilinguistica, una ludoteca per bambini e famiglie, uno sportello CAF di assistenza fiscale, legale e amministrativa. Un’altra sala sarà messa a disposizione delle numerose associazioni esistenti in Municipio 4. Saranno queste ed altre le funzioni della Cascina Casottello, luogo storico risalente al 1700, ora protagonista del progetto di trasformazione urbana del quartiere milanese Porto di Mare/Corvetto.
L’Associazione socio-culturale Sunugal e la cooperativa Fate Artigiane, vincitori nel 2016 del bando del Comune di Milano, hanno riportato alla vita l’antica cascina, che rientra nella zona dell’Abbazia di Chiaravalle, attraverso la promozione e la realizzazione di attività di coesione sociale e di iniziative culturali. Situata nel cuore di Porto di Mare e acquisita dal Comune nel 2013, lo stabile si trova nella periferia sud-orientale della città, nella zona 4, area dalle numerose problematiche lavorative e sociali, segnata dal degrado edilizio e ambientale di cui lo stabile per anni è stato testimone.
Grazie alla convenzione firmata nell’autunno del 2016 con l’ATS (Associazione temporanea di scopo) aggiudicataria del bando pubblico composta dall’Associazione Socio Culturale Sunugal e da Fate Artigiane Coopertiva Sociale, l’antica struttura del ‘700 è stata ristrutturata ed è pronta a trasformarsi in un nuovo polo culturale per il quartiere.

Un polo interculturale aperto a tutti

“Il recupero di Cascina Casottello rappresenta non solo la volontà di valorizzare il patrimonio rurale presente in città, ma anche un importante tassello nel processo di rigenerazione territoriale di Porto di Mare intrapreso dall’Amministrazione, con l’affidamento ad Italia Nostra di Parco Cassinis, la riqualificazione di Cascina Nosedo nell’ambito del progetto Openagri”, dichiara l’assessore Maran.
“Vogliamo lanciare una Open Call - spiega Modou Gueye, presidente dell’Associazione Sunugal - rivolta ad associazioni e artisti che vogliano proporre nuove attività in sinergia con i progetti della Cascina e diventare, quindi, protagonisti della trasformazione di questo luogo".
Le stanze della Cascina, sale e corti di differenti dimensioni, sia all’aperto sia al coperto, ospiteranno anche le numerose associazioni attive in Municipio 4.
Saranno poi avviati laboratori tematici: cucina, taglio e cucito, musica, disegno e teatro. E poi corsi di danza, lingue, attività estive per i bambini, una radio e una serie di eventi per il quartiere.
Alla Cascina troveranno sede anche mostre d’arte, dalla scultura alla fotografia, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali e musicali. Inoltre, saranno realizzati un bar e un ristorante aperto a tutti.

La festa per l’inaugurazione

La Cascina così riqualificata diventerà un luogo di partecipazione attiva, dove i cittadini saranno non solo fruitori di servizi e cultura, ma anche promotori, al fine di stimolare la creazione artistica e le originalità del quartiere. I lavori realizzati dall’ATS , che gestirà l’immobile per 15 anni, sono conclusi nella loro prima e più significativa fase, che rende già agibili e utilizzabili la maggior parte degli spazi. Entro l’anno sarà conclusa anche la seconda parte degli interventi previsti.
Domani, 7 aprile, si terrà una festa di inaugurazione cui parteciperanno diversi assessori del comune di Milano. Il presidente di Sunugal, Modou Gueye, e la presidente di Fate Artigiane, Loretta Pini, racconteranno il percorso fatto fino a oggi per il recupero della Cascina e le due prossime iniziative previste, la Open Call Cascina Attiva e il Concorso Musicale Doremifasud (www.doremifasud.it). Dopo la presentazione del progetto sono previsti show, esibizioni musicali e sarà allestita una mostra fotografica.  L’Appuntamento è in via Fabio Massimo 19 alle 18. Ma poi continuerà a vivere per tutti noi.

 

Aggiungi commento


Il video del mese

. “Viboldone è un borgo di origini medievali nella campagna di San Giuliano Milanese. Accanto sorge anche l’abbazia, un capolavoro dell'architettura  gotico lombarda, fatta costruire e affrescare fra il XII e il XIV secolo dall'ordine monacale degli Umiliati. L'abbazia è uno dei complessi medievali più belli e importanti dell'intera regione: è ben tenuto dalle monache benedettine, ma il borgo del circondario è in totale degrado. Disabitato, anzi, deserto, con rogge e fontanili ridotti a fogne e discariche, i mattoni privi d'intonaco si sbriciolano, crollano i tetti, le strade malamente rattoppate, le cascine secolari sono abbandonate: un intero patrimonio edilizio con tutti i crismi per durare secoli, è invece lasciato all'incuria devastante. Un borgo fantasma dove le finestre non hanno più vetri ma solo lembi di plastica trasparente. Il panorama è di desolazione. Una vergogna, per una civiltà che si onora, quando fa comodo, di definirsi cristiana. Eppure, basterebbero pochi milioni d'investimento per sistemarlo…” scrive Roberto Schena, anche autore del video.

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano