Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • parco sud
Previous Next

Caccia al di fuori delle regole?
I volontari mettono a disposizione dei cittadini
un telefono per le segnalazioni di malacaccia

16 settembre 2018. E’ iniziata la caccia e, con essa, sono iniziati i problemi di inciviltà connessi.
Fortunatamente, anche in questo caso viene in aiuto il volontariato e la libera iniziativa dal basso. Infatti, le Guardie Venatorie Volontarie si sono attrezzate e hanno istituito un numero di telefono per raccogliere le segnalazioni di “malacaccia”. Al 350.0479335 risponde un volontario, che l’attività di 12 guardie, attive nel milanese e anche nella zona di Pavia e Brescia.
Tutte le segnalazioni sono ben accette, anche se non siete sicuri che si tratti di un’irregolarità. Importanti sono gli avvisi di avvistamenti di cacciatori in aree protette, il ritrovamento di trappole, lacci e altri strumenti vietati per la caccia, come anche l’abbattimento di animali di specie tutelate: purtroppo, già da inizio stagione sono state segnalate uccisioni di rapaci, aironi e picchi. Altre segnalazioni hanno riguardato l’uso di armi da sparo in prossimità di abitazioni o danni ad aziende agricole per attraversamento senza cautele di campi coltivati.
Con questo servizio volontario a disposizione dei cittadini si tenta di supplire alla carenza del servizio pubblico: in pochi anni sono state smantellate le Guardie Forestali e quelle Provinciali.
Ringraziamo quindi questi volontari che, pur con mezzi limitati, possono contribuire a limitare i rischi collegati alle attività venatorie.

Aggiungi commento


 

 

 

Il video del mese

A sud-est di Milano sorgono, da secoli, le abbazie di Viboldone e di Chiaravalle. Lo spazio che separa questi due luoghi di meditazione e preghiera, un tempo, era formato da fertili campi, fontanili e marcite. Accanto alla struggente bellezza dei luoghi, ripresi in banco e nero nel periodo autunnale, all’improvviso si scopre lo stridente contrasto del mondo di oggi: la pace, il silenzio, la bellezza scompaiono. Inghiottiti dalla modernità. Ringraziamo Adriano Carofali, che esprime anche così l’amore per la “sua terra”. Già nel 2000, infatti, ha collaborato alla realizzazione fotografica del volume “Il Parco agricolo sud Milano”, curato da Gianni Beltrame.

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano