Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • parco sud
  • image
  • image
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • image
Previous Next

 

Dal letame nascono i fior...
… e dalla distruttiva Teem
due ex cave diventano oasi naturalistiche

6 ottobre 2018. Le cave, frutto di escavazione di terreno da utilizzare in costruzioni, una volta abbandonate tendono a trasformarsi in laghetti che la natura poi circonda di verde, divenendo così luoghi di richiamo per l’avifauna e di rinascita di habitat ricchi di biodiversità. 
Anche il Parco Agricolo Sud Milano ne è ricco. Basti pensare al Parco delle Cave di Milano e, fuori dal capoluogo, quelle di Basiglio o di Trezzano sul Naviglio. Più recenti, ma non certo prive di interesse, sono le ex cave aperte per la costruzione dell’inutile Teem (Tangenziale est esterna milano) a Vizzolo Predabissi e, poco fuori del Parco Sud, a Pozzuolo Martesana.
La consolante notizia, dopo la devastazione del territorio e le centinaia di ettari di agricoltura perse a causa di questa autostrada a otto corsie, è che oggi queste due cave si avviano a diventare oasi protette: la natura ha ripreso il sopravvento e i due Comuni hanno puntato sulla loro salvaguardia. 
Angelo Caterina, sindaco di Pozzuolo Martesana, ha già ottenuto dalla Regione Lombardia il divieto di caccia non solo a ridosso della cava, ma anche in una fascia di decine di metri tutt’attorno: la cartellonistica del divieto evidenzia anche l’entità delle salate multe.

L’altro obiettivo raggiunto è il tener lontano gli scriteriati personaggi che, con indifferenza assoluta nei confronti del territorio e della comunità tutta, scaricano rifiuti di ogni genere. Intanto è in corso un bando per affidare a un’associazione la gestione della cava: dovrà proporre un progetto di fruizione che contempli la salvaguardia ambientale, il turismo dolce, birdwatching e visite didattiche (potrebbe essere il WWF, che già gestisce altre due oasi nell’area di Trezzo sull’Adda).
Per Vizzolo Predabissi si è intrapresa la medesima strada, ma siamo più indietro. Il sindaco Mario Mazza ha inviato all’ATC locale (Ambito Territoriale di Caccia gestito dalla Regione) la richiesta di creare una fascia di rispetto per impedire la caccia. Al momento non si è avuto alcun riscontro e, intanto, i signori delle doppiette continuano a utilizzare la tattica di sparare in alto per spaventare gli uccelli posati sull’acqua: questi si alzano in volo, diventando così facile preda. Ci auguriamo che l’iter per proteggere la cava di Vizzolo prosegua celermente.
Nel frattempo, invitiamo tutti quei comuni che hanno nel loro territorio cave dismesse a procedere per meglio salvaguardare e valorizzare gli specchi d’acqua e i territori circostanti. Espandere e tutelare al meglio il patrimonio naturalistico dei nostri territori non è uno sfizio, ma un valore aggiunto per tutta la collettività.

Aggiungi commento


Il video del mese

Il video del mese, considerata la bella stagione, propone una visita turistica a Gaggiano, tra i paesi più accattivanti del nostro Parco. Il centro storico, con i suoi palazzi, il Naviglio Grande, i ponti, chiese e botteghe, si pone come uno degli scenari più affascinanti del territorio metropolitano milanese. La campagna circostante, ancora ben conservata e coltivata, è ricca di aree verdi, fontanili, rogge, piccoli oratori di campagna, cascine e mulini. A Gaggiano fanno corona antichi borghi come San Vito, Fagnano, Vigano Certosino e Barate, ricchi di edifici antichi e opere d'arte. (Il video è di Aurelio Citelli e Renato Minotti prodotto da Città metropolitana di Milano e Comune di Gaggiano. Dal sito viviamogaggiano.it)

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano