Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • image
  • image
  • image
  • parco sud
  • image
  • parco sud
  • parco sud
  • image
  • parco sud
Previous Next

Una festa di compleanno particolare
la quercia secolare di Cascina Carlotta
festeggia tra amici i suoi 400 anni

14 ottobre 2018. Quando le truppe di Napoleone alzavano la polvere nei campi di San Giuliano Milanese era già una pianta imponente e durante le battaglie delle Guerre d’Indipendenza doveva già svettare sopra gli altri alberi.
Oggi il “Giandon” –così viene chiamata da tempo immemore questa quercia pluricentenaria- se la cava ancora bene e i suoi amici (i proprietari e gestori di Cascina Carlotta, i volontari del WWF e tanti amanti della natura) hanno deciso ieri di farle una grande festa, avviando anche una petizione inserire questa pianta nell’elenco degli alberi monumentali della Lombardia. E il “Giandon” ha tutte le carte in regola: l’altezza più che adeguata, oltre i 25 metri ad occhio, la circonferenza del tronco di 4,60 metri, l’estensione della chioma e un buono stato di salute.

E qui la festa?

Un “amico” così imponente e silenzioso non lo si trova spesso e perciò, tramite un fitto giro di messaggi, domenica pomeriggio oltre cento persone si sono ritrovate a partecipare al grande happening per festeggiare i suoi 400 anni, o giù di lì.
Capofila dell’iniziativa, il WWF Martesana-Sud Milano ha prima guidato la fila di biciclette lungo le campagne di San Giuliano, per poi puntare nell’aia di Cascina Carlotta. Da qui a piedi dall’aia si è arrivati sotto il frondoso albero. Dopo l’apposizione di un grande fiocco di compleanno, sono state prese le misure sue e di un’altra centenaria quercia, situata a qualche centinaio di metri, nei pressi della Roggia Nuova. Non è mancato poi chi si è messo a raccogliere le ghiande sotto questi alberi, allo scopo di metterle poi a dimora: chissà che querce imponenti potranno diventare!
Poi il ritorno all’aia, a proseguire la festa con giochi per bambini e altre attività di svago, con la classica grigliata a concludere lo splendido pomeriggio.
Una festa di compleanno particolare, a salutare un “monumento vivente” che continua a donarci ossigeno e a rammentarci l’importanza della natura, meglio se sotto casa.

Aggiungi commento


 

 

 

Il video del mese

Eccoci nel Parco Agricolo del Ticinello: con i suoi 88 ettari è il quarto per superficie dei parchi milanesi. L’area confina a sud con via Selvanesco, a nord con via Dudovich, a ovest con l’area verde urbana di via Romeo e a Est con la rimanente area agricola sud milanese. Il Parco Ticinello fa parte del Parco Agricolo Sud Milano. La sua unicità risiede però nel suo carattere agricolo, l’elemento caratterizzante e valorizzante di questo parco urbano è il coesistere di attività agricola e utilizzo pubblico. L’agricoltura disegna ii paesaggio tipico della pianura lombarda, ovvero, filari di pioppi che delimitano i campi e costeggiano il fitto reticolo dei canali irrigui… Permangono all’interno del Parco due cascine, Campazzo e Campazzino, a testimonianza della vocazione strettamente agricola della valle del Ticinello.

cascine amiche

comuni bellezze

siti amici

 

parco sud milano