Expo, nutrire il Pianeta:
il piatto forte è il cemento
su un milione di mq a verde

“Nutrire il Pianeta” comporta in modo ipocrita la cementificazione di oltre 400.000 mq di terreno agricolo e verde per l’area espositiva. Cui si aggiungono i 540mila mq di Cascina Merlata, anch’essa area totalmente a verde, che ospiterà il Villaggio Expo 2015.
Quest’ultima è un’operazione immobiliare da un miliardo e 200 milioni. “Il nuovo insediamento rigenererà gli oltre 520 mila mq racchiusi tra la linea ferroviaria dell’alta velocità, il polo fieristico di Rho-Pero la statale del Sempione e il cimitero Maggiore”, così si esprimeva la sindaca Letizia Moratti al Corriere della Sera nel 2011, durante l’enfatica presentazione del progetto. Per l’occasione si profuse anche in un elogio al proprio devastante Pgt: “Expo vuole essere un modo di riprogettare la nostra città e Cascina Merlata si inquadra nella nuova visione sullo sviluppo di Milano inserita nel Piano di governo del territorio: più verde, più servizi pubblici e casa per tutti”.

Expo, nutrire il Pianeta:
il piatto forte è il cemento
su un milione di mq a verde

“Nutrire il Pianeta” comporta in modo ipocrita la cementificazione di oltre 400.000 mq di terreno agricolo e verde per l’area espositiva. Cui si aggiungono i 540mila mq di Cascina Merlata, anch’essa area totalmente a verde, che ospiterà il Villaggio Expo 2015.
Quest’ultima è un’operazione immobiliare da un miliardo e 200 milioni. “Il nuovo insediamento rigenererà gli oltre 520 mila mq racchiusi tra la linea ferroviaria dell’alta velocità, il polo fieristico di Rho-Pero la statale del Sempione e il cimitero Maggiore”, così si esprimeva la sindaca Letizia Moratti al Corriere della Sera nel 2011, durante l’enfatica presentazione del progetto. Per l’occasione si profuse anche in un elogio al proprio devastante Pgt: “Expo vuole essere un modo di riprogettare la nostra città e Cascina Merlata si inquadra nella nuova visione sullo sviluppo di Milano inserita nel Piano di governo del territorio: più verde, più servizi pubblici e casa per tutti”.

Come cementificare e guadagnare con un suolo totalmente agricolo

La “rigenerazione” degli oltre 520mila mq comporta una colata di cemento su un territorio agricolo dove da qualche mese sono entrate in azione le ruspe che porteranno alla realizzazione di una cittadella per  8mila abitanti (vedi immagine).
La superficie destinata alle residenze è di 323.500 mq, con un mega centro commerciale di 45.000 mq, 48.000 mq per i parcheggi, più 10.000 mq a terziario (torri uffici) e 15mila a uso ricettivo (hotel). Poteva mancare la ciliegina di un parco? Certo che no! 200.000 mq di aree “attrezzate” che includono quindi parcheggi e le strade interne.
“A Cascina Merlata natura e città si sono incontrate”: è questo lo slogan con cui la società proponente promuove la cittadella con  684 alloggi, suddivisi in undici alti edifici: sette di questi sono stati già destinati a ospitare lo staff e le delegazioni straniere che parteciperanno all’Esposizione, e dovrebbero quindi essere terminati entro il 2015. Dopo l’evento espositivo i palazzi saranno riconvertiti in residenze. Nella fase 2 saranno completati gli altri quattro edifici. Gli 11 edifici saranno poi proposti al mercato in edilizia libera, convenzionata, agevolata e in locazione.
Queste le società a cui è stato affidato il cantiere, raggruppate nell’associazione di imprese Nati Verticali: Cmb, Cile, Mangiavacchi Pedercini, Nessi & Majocchi.
La Cascina Merlata, da cui prende il nome il mastodontico progetto, sarà oggetto di recupero: facile pensare allo stridore di questo edificio rurale affiancato da imponenti palazzi ultramoderni.

Nonostante le logiche ipocrite del green washing, l’Expo di Milano, che avrebbe come obiettivo nobile quello di Nutrire il Pianeta, con questa colata di cemento dimostra invece di avere un unico scopo: massimizzare i profitti economici per pochi, senza valutare le ricadute negative e non solo a livello ambientale. Oltre al consumo di suolo vergine, quante di queste nuove case e uffici andranno ad aggiungersi all’imponente quantità di vani invenduti e sfitti di Milano?

 

Expo, nutrire il Pianeta: il piatto forte è il cemento su un milione di mq a verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy