Nella Valle dei Monaci
riapre la chiesa di Nocetum
con  affreschi restaurati
e il cimitero a “vista”

Il cuore spirituale di Nocetum torna a battere. Sabato 14 dicembre, la chiesetta dei santi Filippo e Giacomo ha riaperto le sue porte ai fedeli e ai visitatori, dopo la chiusura avvenuta lo scorso maggio per consentire di risanare l’edificio, fortemente intaccato dall’umidità, e per restaurare i dipinti murali del XIV secolo. I lavori hanno portato alla luce un sepolcreto medievale oltre a importante materiale di origine romana: cocci, alcuni dei quali smaltati, pietre e una moneta risalente al periodo tra il 340 e il 343 dC, che racconta di come questo territorio abbia avuto una sua parte nella Storia già almeno dai tempi dell’Editto di Costantino.

Nella Valle dei Monaci
riapre la chiesa di Nocetum
con  affreschi restaurati
e il cimitero a “vista”

Il cuore spirituale di Nocetum torna a battere. Sabato 14 dicembre, la chiesetta dei santi Filippo e Giacomo ha riaperto le sue porte ai fedeli e ai visitatori, dopo la chiusura avvenuta lo scorso maggio per consentire di risanare l’edificio, fortemente intaccato dall’umidità, e per restaurare i dipinti murali del XIV secolo. I lavori hanno portato alla luce un sepolcreto medievale oltre a importante materiale di origine romana: cocci, alcuni dei quali smaltati, pietre e una moneta risalente al periodo tra il 340 e il 343 dC, che racconta di come questo territorio abbia avuto una sua parte nella Storia già almeno dai tempi dell’Editto di Costantino. Le azioni erano previste dal progetto “La valle dei monaci torna a vivere per Milano. Nocetum, risposta per la città”, finanziato da un bando di Fondazione Telecom Italia dedicato proprio ai Beni invisibili.

Dove si trova Nocetum

Siamo nella periferia sud di Milano, dove le case cominciano a diluirsi nei campi agricoli: è qui l’antico borgo di Nocetum, un tempo grangia (granaio) dell’Abbazia di Chiaravalle. Un luogo denso di storia e di vita vera, che merita di essere conosciuto. Gestito dall’omonima associazione, fondata nel 1998 da suor Ancilla Beretta insieme a un gruppo di laici volontari, l’associazione è da diversi anni in rete con enti, istituzioni, associazioni presenti sul territorio, realizza progetti che coniugano i temi del sociale -in particolare dell’integrazione e della lotta all’emarginazione- con quelli della sostenibilità ambientale, dell’attività agricola e della promozione del territorio. Nocetum all’interno del Parco Sud è prevede anche di sviluppare diversi progetti dedicati alle colture agricole.

Il cimitero “trasparente”

Ci sono voluti mesi di lavoro per risanare l’edificio e restaurare i dipinti murali -portando alla luce dettagli rimasti finora nascosti – e realizzare gli scavi archeologici che hanno permesso – grazie alla collaborazione tra la Soprintendenza ai beni archeologici della Lombardia, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Associazione Nocetum – di far luce sulla storia secolare del luogo. “Un impegno scientifico ed economico notevole -spiega Gloria Mari, tra le figure guida di Nocetum- reso possibile grazie al finanziamento di Fondazione Cariplo, che ha permesso di concludere i lavori iniziati grazie a un’altra realtà privata, Fondazione Telecom Italia e ad altri sponsor”.
Il lavoro però non è terminato: in attesa di nuovi fondi, si è proceduto a “ripavimentare” ingegnosamente la chiesa, con una struttura a scomparti rimovibili per consentire ulteriori approfondimenti ed eventuali riprese di scavi. Una piccola area è trasparente e consente di visualizzare parte dei resti del cimitero paleocristiano.
Si arriva anche in bici. I visitatori, infatti, ora saranno agevolati dalla nuova pista ciclopedonale, che il Comune di Milano sta completando in questi giorni e che unisce corso Lodi – e dunque il centro di Milano, fino alle Colonne di san Lorenzo – all’Abbazia di Chiaravalle e al suo borgo, tratto centrale della Valle dei Monaci.

Per approfondire http://www.valledeimonaci.org/chi-siamo/aree-di-intervento/documenti.html

Il restauro dei dipinti a cura di Paola Villa http://www.valledeimonaci.org/static/upload/tes/testo-relazione-restauro-affreschi-nocetum-1.pdf

Recupero e valorizzazione della chiesetta a cura di Alberico Barbiano di Belgiojoso http://www.valledeimonaci.org/static/upload/bel/belgiojoso_nocetum_14-12-2013-2.pdf

I ritrovamenti archeologici a cura di Maria Silvia Lusuardi Siena http://www.valledeimonaci.org/static/upload/lus/lusuardi_preprint-mag13.pdf

 

 

Nella Valle dei Monaci riapre la chiesa di Nocetum con affreschi restaurati e il cimitero a “vista”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy