Autostrade “trasparenti”
per Brebemi avviso agli utenti

I consumatori si lamentano spesso per la poca “comunicazione” agli utenti. Di solito Autostrade per l’Italia è scarna nei suoi info messaggi, ma questa volta non ci ha pensato su due volte. Infatti, da ieri, i veicoli in transito sulla A4 a Brescia provenienti da Venezia si trovano una enorme scritta (nella foto): “da Brescia Ovest a Milano Est con la A4 in auto 77 km euro 6,30. Con la Brebemi, km 92 euro 12,40. In camion con l’A4 12,30 euro mentre con la Brebemi 33,60 euro”.
E così Brebemi è l’autostrada con i pedaggi più cari d’Europa.
Del resto è costata 2,4 mld (compresi gli interessi sul debito), cioè 38,7 milioni a Km.
Una cifra esorbitante che ora si vorrebbe far pagare ad automobilisti e camionisti.

Autostrade “trasparenti”
per Brebemi avviso agli utenti

I consumatori si lamentano spesso per la poca “comunicazione” agli utenti. Di solito Autostrade per l’Italia è scarna nei suoi info messaggi, ma questa volta non ci ha pensato su due volte. Infatti, da ieri, i veicoli in transito sulla A4 a Brescia provenienti da Venezia si trovano una enorme scritta (nella foto): “da Brescia Ovest a Milano Est con la A4 in auto 77 km euro 6,30. Con la Brebemi, km 92 euro 12,40. In camion con l’A4 12,30 euro mentre con la Brebemi 33,60 euro”.
E così Brebemi è l’autostrada con i pedaggi più cari d’Europa.
Del resto è costata 2,4 mld (compresi gli interessi sul debito), cioè 38,7 milioni a Km.
Una cifra esorbitante che ora si vorrebbe far pagare ad automobilisti e camionisti.

Le anticipazioni di Legambiente

“La Brebemi -dichiara Dario Balotta , responsabile trasporti Legambiente- costerà per gli autoveicoli 15 centesimi a km, più del doppio della parallela A4, che costa 7 centesimi a km. È peggio per i Tir che, contro i 17 cent a km della A4, pagheranno per transitare sulla Brebemi 36 cent a Km: più del doppio. Gli utenti saranno tosati come pecore”.
Con questa nota resa alla stampa, qualche giorno fa, Legambiente aveva fatto sapere il prezzo dei pedaggi che la Brebemi non aveva nè confermato né smentito, anzi si era irritata con l’associazione ambientalista. Possibile che una concessionaria pubblica non sentisse il dovere di dichiarare i pedaggi che avrebbe praticato di li a poco? Nel pieno della crisi economica questi pedaggi “salasso” anziché incentivare lo sviluppo economico lo deprimeranno.
Non è neppure realistico pensare che 62 km di autostrada su 7 mila km diventino il motore dello sviluppo. Gli autotrasportatori italiani non potendo comprimere i costi di carburante e di assicurazione, in continua crescita, già da tempo hanno impostato i loro navigatori sui percorsi alternativi alle autostrade per restare sul mercato a maggior ragione lo faranno quando si tratterà di transitare nel territorio che va da Brescia a Milano. Il rischio è che l’autostrada resti sottoutilizzata, oltre alla ferita ambientale e agli alti costi la beffa.

Autostrade “trasparenti” per Brebemi avviso agli utenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy