Grande Milano, tutti i candidati  
delle cinque liste
per il Consiglio Metropolitano

Ecco i nomi dei candidati delle singole liste tra cui i consiglieri e i sindaci dei 134 comuni dovranno, il 28 settembre, scegliere i “potenti 24” che governeranno oltre 3 milioni di cittadini.  
I 24 consiglieri che saranno eletti dovranno svolgere l’importante compito di scrivere lo statuto della Città metropolitana, che, tra l’altro, deve stabilire se nel 2016 il sindaco e il consiglio metropolitani saranno eletti direttamente dai cittadini o con il sistema del secondo livello: la scelta di favorire la partecipazione dei cittadini con la votazione diretta è certamente a vantaggio di una maggiore democrazia. Al contrario, significherebbe delegare totalmente ai politici la gestione della Città metropolitana.

Crediamo che i cittadini e i soggetti attivi del territorio debbano poter dire la loro: è fondamentale che gli “elettori di secondo livello” scelgano consiglieri sensibili alla tutela del territorio e che quindi non abbiano già dato prova di trattarlo alla stregua di terra di conquista delle varie immobiliari.

Grande Milano, tutti i candidati  
delle cinque liste
per il Consiglio Metropolitano

Città metropolitana, istituzione attualmente inibita alla partecipazione democratica della cittadinanza. Infatti, il sindaco metropolitano è automaticamente il sindaco del capoluogo: nel caso di Milano è quindi Pisapia. Inoltre, i 24 componenti del consiglio metropolitano non sono eletti dai cittadini, ma dai sindaci e dai consiglieri dei 134 comuni. Il 28 settembre avrà luogo la prima esperienza di elezioni di secondo livello: la nostra intenzione è quella di non rendere opaca questa consultazione, governata dalle segreterie dei partiti e, nei fatti, con una scarsa possibilità di “concorrere” per le forze politiche poco rappresentate nelle amministrazioni comunali, come anche per le liste civiche, che in diversi comuni sono al governo.
Crediamo che i cittadini e i soggetti attivi del territorio debbano poter dire la loro: è fondamentale che gli “elettori di secondo livello” scelgano consiglieri sensibili alla tutela del territorio e che quindi non abbiano già dato prova di trattarlo alla stregua di terra di conquista delle varie immobiliari.
I 24 consiglieri che saranno eletti dovranno svolgere l’importante compito di scrivere lo statuto della Città metropolitana, che, tra l’altro, deve stabilire se nel 2016 il sindaco e il consiglio metropolitani saranno eletti direttamente dai cittadini o con il sistema del secondo livello: la scelta di favorire la partecipazione dei cittadini con la votazione diretta è certamente a vantaggio di una maggiore democrazia. Al contrario, significherebbe delegare totalmente ai politici la gestione della Città metropolitana.
Ma avremo modo di ritornare su questi e altri temi per approfondire i vari aspetti della legge Del Rio. Per il momento segnaliamo i nomi dei candidati delle singole liste tra cui i consiglieri e i sindaci dei 134 comuni dovranno scegliere i “potenti 24” che governeranno oltre 3 milioni di cittadini.  

Lista centrodestra

La lista di centrodestra per le elezioni del Consiglio metropolitano di Milano si chiama Insieme per la Città metropolitana e conta sindaci e consiglieri di Forza Italia e Liste civiche affini, insieme a esponenti di Nuovo Centro destra e Fratelli d’Italia.  Ecco, nell’ordine, i candidati: Marco Alparone (sindaco di Paterno Dugnano), Marcovalerio Bove (Milano), Vera Cocucci (Mediglia), Massimo Colombo (Trezzo sull’Adda), Giovanni Ferretti de Luca (Rozzano), Antonio Florio (Rodano), Ermes Garavaglia (Bareggio), Luciano Guidi (Legnano), Giovanni Lami (Magenta), Roberto Modini (Melegnano), Letterio Munafò (Legnano), Graziano Musella (sindaco Assago), Marco Osnato (Milano), Alberto Bozzoli (Opera), Marina Raimondi (Busto Garolfo), Giuseppe Russomano (Prezzano sul Naviglio), Pietro Tatarella (Milano), Edmiro Toniolo (Villa Cortese), Armando Vagliati (Milano), Alberto Villa (Pessano con Bornago).

Lista centrosinistra per la città metropolitana

Il Centrosinistra milanese si presenta unito con un’unica lista, che raccoglie sindaci e consiglieri del PD, dei Movimenti Civici (Lista Ambrosoli), di SEL e Rifondazione Comunista.
Pierluigi Arrara (Abbiategrasso), Giuseppina Auteri (Canegrate), Veronica Banfi (Baranzate), Filippo Paolo Barberis (Milano), Marta Battioni (Paullo), Lamberto Bertolè (Milano), Pietro Bussolati (Milano), Arianna Censi (Opera), Alberto Centinaio (sindaco Legnano), Andrea Checchi (sindaco San Donato), Monica Chittò (sindaco S.S. Giovanni), Eugenio Comincini (sindaco Cernusco), Natale Comotti (Milano), Maria Rosaria Iardino (Milano), Roberto Masiero (Corsico), Roberto Maviglia (sindaco Cassano d’Adda), Pietro Mezzi (Melegnano), Alfredo Simone Negri (sindaco Cesano Boscone), Michela Palestra (sindaco Arese), Rita Parozzi (Bresso), Ines detta Patrizia Quartieri (Milano), Pietro Romano (sindaco Rho), Ilaria Scaccabarozzi (Gorgonzola), Anna Scavuzzo (Milano).

Lista Lega Nord

Abbiamo contattato Riccardo Pase, segretario provinciale area Martesana che, nel sottolineare come la Lega intenda favorire l’elezione diretta del sindaco e del consiglio metropolitano, ci ha fornito i nomi dei candidati: Luca Lepore (Milano), Massimo Olivares (Marcallo con Casone), Ettore Fusco (sindaco Opera), Riccardo Grittini (Corbetta), Danilo Villa (sindaco Trezzo sull’Adda), Vittorio Turconi (Arese), Valerio Mantovani (Senago), Elisa Lonati (Parabiago), Sergio Ghisellini (sindaco Cusano Milanino), Luca Sala (Pregnana Milanese), Renato Pignarca (Paullo), Francesco Matera (Rho), Roberto Sigotti (Melegnano).

Lista Movimento 5 Stelle

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle presenti nei comuni della provincia di Milano, a seguito del risultato della consultazione popolare in rete tra i cittadini iscritti al blog di Grillo, sta provando a presentare una propria lista, cosa alquanto ardua visto che i consiglieri M5S presenti in provincia sono 54 (se escludiamo i 12 candidati di lista, diventano 42) ed occorrono almeno 104 firme di consiglieri comunali per consentire di presentare la lista. Ciò a conferma di quanto precedentemente scritto sulla difficoltà di “concorrere” per le forze politiche poco rappresentate nelle amministrazioni comunali. Vedremo nei prossimi giorni se il M5S riuscirà a farcela.

Lista Civica Costituente e Partecipazione

È nato un Comitato Promotore/Organizzativo, formato da vari esponenti di formazione, cultura politica ed esperienze diverse, ma che condividono l’esigenza di allargare gli spazi di democrazia diretta e partecipata, di tutelare l’ambiente e assicurare la sostenibilità dello sviluppo, di creare Città Metropolitana su un modello policentrico. Anche loro stanno adoperandosi per la non facile raccolta delle 104 firme necessarie alla presentazione della lista. Ecco comunque i candidati
Maria Grazia Acernese (Pozzuolo Martesana), Roberto Biscardini (Milano), Michele Bona (Cassinetta Lugagnano), Lorella Borghetti (Rho), Yuri Broccoli (Settala), Ivana Broi (Vimodrone), Marco Cappato (Milano), Fiorello Cortiana (Buccinasco), Giacomo di Capua (Corsico), Giandomenico Ferrari (Gorgonzola), Francesco Forenza (San Donato), Sara Gambini (Arluno), Luca Maggioni (Carugate), Laura Maiocchi (Pero), Rino Nigrelli (Calvignasco), Pierluca Oldani (Casorezzo), Roberto Pacchioni (Paullo), Rita Ricitano (Pregnana Milanese), Giulio Alberto Sancini (Gessate), Andrea Savino (Cassano d’Adda), Francesco Sottile (Cusago), Antonella Violi (Lacchiarella), Enrico Zonca (Cinisello Balsamo).

Grande Milano, tutti i candidati delle cinque liste per il Consiglio Metropolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy