Segrate, Consiglio di Stato conferma
la sentenza del Tar Lombardia
Bloccate le cementificazioni

Legambiente, WWF e comitati cittadini hanno visto accolta la correttezza della loro azione di tutela del suolo: il Consiglio di Stato, il 12 maggio, ha infatti respinto la richiesta del Comune e dei costruttori di sospendere la sentenza del TAR Milano che aveva bocciato la cementificazione dissennata e insostenibile del Golfo Agricolo. Il prossimo 3 novembre si terrà l’udienza di merito. Quindi, fino a quella data, tutto quanto previsto nella quattro grandi aree del Piano di governo del Territorio (Pgt) rimane sospeso.
Non è una vittoria definitiva. “Abbiamo vinto una battaglia, non la guerra -spiega il comitato Salviamo il Golfo Agricolo-. Ora più che mai è quindi fondamentale impegnarsi al massimo”.
Nuovo sindaco in arrivo A fine maggio, Segrate rinnoverà l’amministrazione: il sindaco di centrodestra Alessandrini…

Segrate, Consiglio di Stato conferma
la sentenza del Tar Lombardia
Bloccate le cementificazioni

Legambiente, WWF e comitati cittadini hanno visto accolta la correttezza della loro azione di tutela del suolo: il Consiglio di Stato, il 12 maggio, ha infatti respinto la richiesta del Comune e dei costruttori di sospendere la sentenza del TAR Milano che aveva bocciato la cementificazione dissennata e insostenibile del Golfo Agricolo. Il prossimo 3 novembre si terrà l’udienza di merito. Quindi, fino a quella data, tutto quanto previsto nella quattro grandi aree del Piano di governo del Territorio (Pgt) rimane sospeso.
Non è una vittoria definitiva. “Abbiamo vinto una battaglia, non la guerra -spiega il comitato Salviamo il Golfo Agricolo-. Ora più che mai è quindi fondamentale impegnarsi al massimo”.

Nuovo sindaco in arrivo

A fine maggio, Segrate rinnoverà l’amministrazione: il sindaco di centrodestra Alessandrini , che ha guidato per 10 anni questo comune del Parco Sud, non potrà ricandidarsi. E verrà ricordato come colui che si è guadagnato, nel 2012,  il premio Attila del WWF per il suo Pgt da 1,5 milioni di mq di aree agricole distrutte (con le previsioni di suolo edificato si arriverà all’80%, contro una media del 42% della provincia di Milano), per far posto a un’urbanizzazione da boom economico post guerra e, tanto per non farsi mancare nulla, anche un mega centro commerciale, il Westfield Milan shopping center, con oltre 14 mila posti auto.
Quindi, per quanto possa poco influenzare il nostro parere, suggeriamo ai cittadini di Segrate, prima di scegliere per quale candidato a sindaco votare (sono 5 quelli in lizza), dovrebbero guardare attentamente quanto prevede il programma in merito al consumo di suolo e a eventuali varianti del Pgt. Sarebbe una garanzia maggiore, sempre che poi non si trasformino in promesse elettorali, per salvare il territorio: il cemento non è sinonimo di progresso.

 

Segrate, Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar Lombardia Bloccate le cementificazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy