Brebemi Tem CDP


Brebemi –Tem
finanziate con soldi pubblici
(altro che Project Financing)

Lo scorso 12 dicembre CDP (Cassa Depositi e Prestiti) ha elargito 760 milioni di euro a favore di Brebemi Spa, per la realizzazione del collegamento autostradale a pedaggio da circa 62 km tra le città di Brescia, Bergamo e Milano. Il finanziamento copre il 47% del totale del costo dell’opera. Come dichiara la società, l’autostrada sarà realizzata attraverso una delle più grandi e complesse operazioni di Finanza di Progetto (Project financing) realizzate in Italia ed in Europa.
L’autostrada in costruzione parte da Brescia e arriverà a Melzo, dove troverà sbocco con la Tangenziale Est Esterna (TEM), che consentirà di raggiungere Milano attraverso due diversi percorsi, totalmente in via riqualificazione (causa del scempio del taglio dei filari secolari del Parco Trenzanesio): verso nord si imboccherà la SP103 Cassanese, verso sud la SP14 Rivoltana. Entrambe le strade si immettono sulla Tangenziale esterna di Milano.

(altro…)

Spighe Madia Valori

 

Il dilemma di Milano:
meglio il cibo sano
o una nuova autostrada?



I lavori della nuova Tangenziale esterna condanneranno a morte la filiera corta del pane di Spiga & Madia. Il Distretto di economia solidale della Brianza fa ricorso alla Commissione europea. Con una motivazione originale: il valore preminente della sicurezza alimentare.
 Se questa vicenda avrà un lieto fine darà concretezza al sogno di chi crede nella sicurezza alimentare, nella tutela del territorio, nel diritto al cibo sano. Ma per ora la realtà è tutt’altra: una striscia di asfalto, larga otto corsie, lunga 32 chilometri con sei svincoli e altrettanti caselli, che sorgerà su un’area agricola rara e preziosa con il serio rischio di cancellare uno dei più ambiziosi progetti di ricostruzione di filiera corta del pane. La (flebile) speranza di cambiare le cose è legata a un ricorso che potrebbe creare un precedente storico.

(altro…)

Biblioteca Rocca Brivio

 

Biblioteca di Storia di Rocca Brivio,
a Italia Nostra la gestione

La sezione Sud Est dell’Associazione Italia Nostra è già al lavoro per la valorizzazione della biblioteca di Rocca Brivio (San Giuliano Milanese), riaperta al pubblico.
È stato infatti affidato alla sezione di Italia Nostra il compito di gestire e valorizzare per i prossimi anni la Biblioteca di Storia Locale ospitata, dal 2007, tra i muri di uno dei simboli di storia e arte del Sud Milano: la Rocca Brivio Sforza.
Così, la Biblioteca di Storia Locale si avvia a incrementare i propri servizi grazie ai volontari di questa associazione, che vanta il primato di più antica associazione italiana di tutela del patrimonio storico artistico e naturale della nazione.

(altro…)

Maullu ad Tem


Politica e affari. Tem scarica Marano
e mette alla guida Maullu
 

I cantieri della Tem stanno devastando il Parco Agricolo. Ma, nelle stanze del potere, sono inquieti. E i cambi di poltrone si susseguono.
Stefano Maullu, che dall’assessorato in Regione era arrivato alla presidenza Tem, ora ne è Amministratore delegato, avendo preso il posto di Antonio Marano, 51 anni, proveniente dal Gruppo Unicredit.
Maullu, dopo il rimpasto della Giunta Formigoni, provocato dalla bufera leghista dello scorso aprile, era rimasto senza “sedia”. Ma, uomo forte della corrente di Guido Podestà, si era prontamente ricollocato – due giorni di disoccupazione -come presidente della Tem spa (certe persone cadono sempre in piedi), con busta paga da 120mila euro.
Poi, il 4 maggio, il Consiglio di Amministrazione di Tangenziale Esterna SpA (57% Tem, 15,5% Impregilo, 7,9% Pizzarotti, 4,1% Coopsette, 4% Cmb, 4% Unieco, 3,2% Cmc e altri soci) aveva nominato anche il nuovo Amministratore Delegato: Antonio Marano, 51 anni, proveniente dal Gruppo Unicredit.

(altro…)

Brevi dall’ente Parco Sud

 

Brevi dal Direttivo Ente Parco Sud

Il Direttivo dell’Ente Parco, riunitosi lo scorso 5 dicembre con all’ordine del giorno anche i Pgt di Albairate e di Cusago, ha dato parere favorevole ai singoli Pgt, rinviando al 18 dicembre la delibera di quello di Pantigliate. La decisione relativa ai 300mila mq di aree agricole da trasformare in aree a servizi ludico-sportivi è al momento rinviata. Intanto sottolineiamo che i nostri calcoli erano sbagliati per difetto. Il rendiconto totale delle richieste di aree Parco da Pantigliate e Noviglio superano i 250mila mq: sono infatti circa 300mila mq.
Relativamente alle aree per insediamenti di servizi ludico-sportivi di Noviglio e di Pantigliate, dispone che queste siano “da valutare in sede di variante generale del P.T.C. del Parco Agricolo Sud Milano”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy