Tem diesel

 

Tem, 70mila mezzi al giorno
meglio di una discarica sotto casa?

Perché quando si decide si piazzare una discarica o un inceneritore nei paraggi delle nostre case, in un batter d’occhio fioriscono iniziative e comitati cittadini per scongiurarne l’insediamento?
È perché l’inquinamento fa paura.
Eppure, stranamente per le autostrade non è così. Nonostante lo IARC di Lione (International Agency Cancer Research, organizzazione mondiale della sanità specializzata in tumori) abbia recentemente dichiarato cancerogeno il diesel, gli abitanti dei 34 comuni che saranno attraversati dalla tangenziale esterna (la famigerata TEM) non fanno una piega: forse ignari del fatto che  si vedranno frecciare sotto casa almeno 70mila veicoli al giorno, di cui la maggior parte camion a diesel.

(altro…)

Corsico aree parco

 

Corsico vuole inserire
15 ettari nel Parco Sud

Raramente succede che un Comune si privi di una fetta di territorio, potenziale fonte di reddito tramite gli oneri di urbanizzazione, per “donarlo” a un Parco, in questo caso a quello Agricolo Sud Milano.
Corsico ha preso questa decisione, anche se, soffermandosi sul suo livello di urbanizzazione, si potrebbe affermare che si tratta quasi di un atto dovuto. Infatti, il territorio di questo Comune è già ricoperto da edifici e strade per l’86,7% è (dati Istituto Nazionale Urbanistica, Legambiente Politecnico di Milano).
Sicché, anche il PGT a consumo di suolo zero di Corsico – un piano che non concede più costruzioni su terreno vergine, né permette di fare varianti per rendere un terreno agricolo edificabile – assume un rilievo ben diverso rispetto alla medesima scelta fatta da Pregnana Milanese (Comune del Parco Sud), che si pone a un livello di urbanizzazione pari al 54%.

(altro…)

ODG Parco Sud

 

Valorizzazione del Parco Sud?
Non è mai all’odg dell’Ente Parco

Approvazione di parcheggi, pareri sui Pgt, sulle varianti urbanistiche, sulla compatibilità ambientale (!!?), ampliamenti di strade. Ma quando il Consiglio direttivo dell’Ente Parco metterà all’ordine del giorno la valorizzazione del Parco, dell’agricoltura, della fruibilità?
Non accadrà di certo dalle ore 16,30 alle 18 del 25 luglio, giorno in cui è stato convocato il Consiglio, con 9 argomenti da discutere in tutta velocità.

 

(altro…)

Amici terra

 


Amici della Terra
ma amanti del cemento

Chi lo dice che chi si dichiara amico della terra non possa anche essere un amante del cemento, anche quello inutile, devastante, che va a sotterrare suolo fertile, ricco di vegetazione, di boschi, di bellezza paesistica? Eppure, i rappresentanti lombardi degli Amici della Terra, associazione di stampo ambientalista (in effetti, Friends of the Earth International a livello mondiale è molto apprezzata ed effettivamente sviluppa attività encomiabili), sembrano essere più amici del cemento: al quotidiano Il Giorno, recentemente ha rilasciato dichiarazioni quantomeno sconcertanti in merito al Pgt di Basiglio, dove l’associazione Parco Sud, unitamente al Comitato per cittadino per la tutela del territorio di Basiglio, si sta impegnando per scongiurarne la realizzazione di 300mila mc di nuovo cemento ed è anche ricorsa alla promozione di un referendum per consentire alla cittadinanza di scegliere tra verde e cemento.

(altro…)

Perequazione


Perequazione, diabolica operazione

per moltiplicare il cemento

e sottrarre l’agricoltura

Dietro il termine oscuro di perequazione si cela una pratica urbanistica che piace tanto a destra quanto a sinistra, utilizzata a man bassa dalla ex giunta Moratti (Pdl) di Milano come da quella di D’Avolio (Pd) di Rozzano.
Lo strumento, applicato nei nuovi Piani di Governo del Territorio (Pgt) grazie alla legge regionale 12/2005, permette ai proprietari di terreni, in genere agricoli e situati nel nostro caso nel Parco Sud, di ottenere un “credito edificatorio” da spendere in altre aree edificabili, più centrali e di maggior valore.
In cambio, il Comune riceve l’area a verde. Chi va a rimetterci è l’agricoltura, poiché il Comune destina questi terreni a servizi.

(altro…)

Beffa trenzanesio

 

Parco Trenzanesio
dal taglio alla beffa

Strappati per sempre alle bellezze del paesaggio, caduti nella polvere e triturati dalle assordanti seghe elettriche, centinaia di secolari tigli e pioppi cipressini sono spariti nella furia di una mattanza vegetale. Una strage, quella avvenuta nell’area del Parco del Trenzanesio, voluta da Regione, Provincia, Comuni. È ormai noto il perché: allargamento delle carreggiate per accorciare i tempi di percorso da Milano alla Bre.be.mi e  alla Tem, autostrade che arricchiranno i soliti pochi e impoveriranno, insieme alle nostra risorse economiche, il nostro territorio.

Appuntamento in Provincia

Ma il tema non è quello delle inutili e devastanti autostrade. No, il tema è ancora quello degli alberi perduti e dell’immensa ipocrisia dei nostri politicanti. Perché, loro, proprio i medesimi soggetti che hanno provveduto con tanta solerzia e senza neppure anticipare alla Soprintendenza quanto sarebbero andati a sradicare, il giorno 10 luglio avranno la faccia tosta, la sfrontatezza di presentare il progetto di tutela degli Alberi Monumentali della Provincia di Milano.
Siamo convinti che la stampa darà grande enfasi all’iniziativa, contribuendo così alla colossale presa in giro (per essere moderati nelle espressioni) nei confronti della pubblica opinione, e in particolare dei tanti cittadini che hanno ancora nel cuore la struggente e perduta bellezza dei grandi filari.
Chi volesse vedere ed ascoltare le meraviglie che racconteranno il presidente della Provincia Guido Podestà e l’assessore al Territorio Fabio Altitonante, ecco le coordinate dell’appuntamento:
martedì 10 luglio 2012 – ore 12.30, Sala Giunta della Provincia di Milano 
Via Vivaio, 1  Milano.

Noi ci saremo. E voi?

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy