Legambiente ai consiglieri regionali: meglio cancellare la legge “ammazzasuolo”. E come non dargli retta!

Legambiente ai consiglieri regionali:
meglio cancellare la legge “ammazzasuolo”.
E come non dargli retta!

4 maggio 2017. A giorni scadranno i 30 mesi che la legge regionale 31/14 (Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato) concedeva ai costruttori per edificare tutto ciò che è ricompreso nelle carte dei Piani di Governo del Territorio (PGT) dei Comuni lombardi: una licenza terribile, visti gli ipertrofici programmi comunali. L’unico pregio (si fa per dire) di questa legge era proprio il limite temporale: ma oggi nella Commissione Territorio della Regione si discuterà di cancellare la scadenza.
Mentre i costruttori avevano carta bianca per farsi approvare i progetti -se il comune tardava, arrivava un commissario regionale a dare gli agognati permessi- in questi due anni e mezzo, la Regione avrebbe dovuto stabilire i limiti di consumo del suolo e di conseguenza adeguare le norme regionali, provinciali e comunali. La Regione non ha fatto neanche la finta e ora, con la presentazione della proposta di legge “Provvedimenti propedeutici alla riformulazione della normativa regionale in materia di contenimento del consumo di suolo”, dalla padella si casca nella brace…

(altro…)

A Basiglio è sparita l’isola delle Schifezze

A Basiglio è sparita l’isola delle Schifezze:
nel 2016, nel cavo Borromeo scoppiò il botulismo
provocando una grave moria di uccelli

3 maggio 2017. Ad appena pochi giorno dalla segnalazione alle autorità competenti, ecco i risultati: l’isola delle Schifezze è stata cancellata. Grazie alle sentinelle del territorio che ci hanno allertato. Impariamo a prenderci cura dei luoghi in cui viviamo. E stimoliamo le amministrazioni a impegnarsi altrettanto sia per prevenire sia per eliminare il degrado. Una volta tanto il tutto ha richiesto meno di una settimana!
Qui sotto riportiamo l’articolo del 27 aprile, che evidenzia il perché questo luogo ha buone ragioni per essere mantenuto pulito…

(altro…)

Scali ferroviari

Scali ferroviari, tre nuovi appuntamenti
aperti ai cittadini
per discutere sul futuro della città

 

28 aprile 2017.Continuano gli incontri pubblici in previsione dell’Accordo di Programma con tre convegni organizzati dal Comune insieme al Politecnico, all’Ordine degli Architetti e all’Ordine degli Ingegneri. Si parte il 2 maggio. E poi il 5 e il 12 maggio, a partire dalle 9,30, nella sala conferenze di Palazzo Reale.

Focus del primo incontro sarà…

 

(altro…)

InCampagna Novegro

I parchi nello sviluppo della città metropolitana
A Novegro la prima mostra InCampagna
dedicato a colture, ambiente e country life

Il 29 aprile si inaugura InCampagna, un evento organizzato nel quartiere fieristico Parco Esposizioni: una tre giorni (fino al 1° maggio) che intende coniugare i valori della ruralità a quelli dell’urbanesimo. L’ossatura si articola in tre sezioni: una dedicata al verde urbano, una rivolta al coinvolgimento dei visitatori attraverso situazioni didattiche e contributi informativi e una dedicata alle attrezzature e ai prodotti.

Ma, per essere meno prosaici: il divertimento è assicurato per i grandi, come anche e soprattutto per i piccoli. Pur con momenti di approfondimento sul territorio, come per esempio l’incontro, con inizio alle 11 di sabato, dedicato a I parchi verdi di Milano nello sviluppo della città metropolitana: saranno presenti esponenti dell’ente Parco Agricolo Sud Milano, di Regione Lombardia, del Comune di Segrate, dell’Associazione Grande Parco Forlanini e dell’A.I.A.P.P. Associazione Italiana Architettura del Paesaggio.

Gli ampi spazi verdi del Parco Esposizioni Novegro vogliono far vivere le atmosfere agresti: tornare a vivere una giornata in campagna per riscoprire le tradizioni, i profumi, i sapori e i divertimenti di uno stile di vita dimenticato da molti…

(altro…)

Cavo Borromeo Basiglio, botulino?

A Basiglio si è riformata l’isola delle Schifezze:
nel 2016, nel cavo Borromeo scoppiò il botulismo
provocando una grave moria di uccelli

 27 aprile 2017. Le segnalazioni e le foto sono impietose e sono davvero esplicite: un’isola galleggiante di plastiche e materiale putrescibile si è riformata nel Cavo Borromeo di Basiglio, all’altezza di un ponticello proprio dove la scorsa estate si sviluppò il focolaio iniziale di botulismo aviario, che provocò la strage di oltre un centinaio di germani e altre specie avicole.

Ieri, grazie alla tempestiva segnalazione alla nostra associazione da parte di Pauline van Driel (sua anche la foto), abitante a Basiglio, corroborata da un’analoga indicazione della nostra sentinella del territorio Tony Bruson, abbiamo allertato il sindaco del comune di Basiglio, l’Agenzia Tutela della Salute (ATS) e la Città Metropolitana: il pericolo è che, con il rialzo delle temperature, possa generarsi nuovamente il disastro dello scorso anno quando, complice il periodo vacanziero estivo, in particolare delle autorità competenti, non si riuscì più di tanto a contenere la moria di animali.

Le risposte…

(altro…)

Castello di Cusago è iniziato il restauro dei tetti

Al Castello di Cusago è iniziato il restauro dei tetti.
Torna in auge il progetto pubblico-privato
per far rivivere l’antico splendore del maniero?

26 aprile 2017. La famiglia Rappo, capofila de Il Castello di Cusago srl, ha ripreso in mano la disastrata dimora, che -pur nella sua magnificenza- da decenni è a rischio di crollo. Finalmente, e davvero sembra essere la volta buona, si interviene per mettere in sicurezza il tetto, i cui buchi sono ormai enormi falle: il progetto era già pronto da un paio d’anni, ma venne stoppato con l’arrivo della società Finscott che, nuovamente, si era fatta avanti, nel 2016, per acquisirne la proprietà. Finscott, già in precedenza, nel 2012 aveva annunciato di volere acquisire il bene e investire 20 milioni nel recupero di quella che fu tra le più prestigiose residenze dei Visconti, per trasformarlo in un polo di eccellenza del made in Italy, senza escludere la possibilità di farne la sede del Parco Agricolo Sud Milano. Ma poi non se ne fece niente. Come nuovamente successo del 2016.
Ora, con il ritorno della proprietà alla società Il Castello di Cusago srl -la stessa cordata di imprenditori che nel 2003 aveva acquistato il maniero dall’immobiliare Coriasco- da fine marzo sono partiti i lavori di recupero…

(altro…)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy