Binasco risponde alla bomba
Con un muro compatto contro le mafie

mafia

 

Convocazione di un Consiglio comunale aperto per creare un fronte unito e compatto: è stata questa la pronta risposta da parte della nuova giunta di Binasco all’ordigno, di probabile matrice mafiosa, che la notte del 5 giugno ha scardinato alcuni negozi (il vero bersaglio è stato un panificio) nella via centrale del paese.  
Non è certo la prima volta che la criminalità organizzata mostra il suo volto feroce a Binasco, come pure in molte altre cittadine del Parco Sud. Ma ieri c’è stato anche un ferito, pur se fortunatamente non grave.

Binasco risponde alla bomba
Con un muro compatto contro le mafie

mafiaConvocazione di un Consiglio comunale aperto per creare un fronte unito e compatto: è stata questa la pronta risposta da parte della nuova giunta di Binasco all’ordigno, di probabile matrice mafiosa, che la notte del 5 giugno ha scardinato alcuni negozi (il vero bersaglio è stato un panificio) nella via centrale del paese.  
Non è certo la prima volta che la criminalità organizzata mostra il suo volto feroce a Binasco, come pure in molte altre cittadine del Parco Sud. Ma ieri c’è stato anche un ferito, pur se fortunatamente non grave.

Nell’affollato Consiglio comunale, oltre ai vari interventi della giunta e dei consiglieri, è stata data voce ai cittadini: tutti gli interventi hanno rimarcato la volontà di non lasciarsi intimorire dai ripetuti atti mafiosi, che puntano a un controllo del territorio da parte della mafia. Non dimentichiamo che anche Binasco sta per presentare il Piano di Governo del Territorio (PGT), atto che convoglia molti interessi di forte richiamo per la criminalità organizzata.
Tra gli interventi, anche quello del comandante della locale caserma dei Carabinieri: “I nostri occhi e le nostre orecchie –ha sottolineato- sono esattamente i vostri occhi e le vostre orecchie. Segnalateci ogni piccola cosa sospetta, denunciate le intimidazioni. Attraverso la vostra collaborazione, anche anonima, riusciremo a scoprire i criminali”.
La Giunta comunale, oltre ad avere annunciato la costituzione della Consulta per la legalità, ha dichiarato di voler organizzare una grande manifestazione per riaffermare la coesione degli amministratori e della cittadinanza contro il disegno criminale di controllo del territorio da parte della mafia.
Al Consiglio comunale aperto ha partecipato anche l’Associazione Parco Sud, parte attiva della Sezione Sud Ovest di Libera, che ha voluto portare la propria solidarietà ai binaschini.
La serata si è conclusa con un corteo dei cittadini per le vie di Binasco.

Binasco risponde alla bomba Con un muro compatto contro le mafie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy