Corsico vuole inserire
15 ettari nel Parco Sud

Raramente succede che un Comune si privi di una fetta di territorio, potenziale fonte di reddito tramite gli oneri di urbanizzazione, per “donarlo” a un Parco, in questo caso a quello Agricolo Sud Milano.
Corsico ha preso questa decisione, anche se, soffermandosi sul suo livello di urbanizzazione, si potrebbe affermare che si tratta quasi di un atto dovuto. Infatti, il territorio di questo Comune è già ricoperto da edifici e strade per l’86,7% è (dati Istituto Nazionale Urbanistica, Legambiente Politecnico di Milano).
Sicché, anche il PGT a consumo di suolo zero di Corsico – un piano che non concede più costruzioni su terreno vergine, né permette di fare varianti per rendere un terreno agricolo edificabile – assume un rilievo ben diverso rispetto alla medesima scelta fatta da Pregnana Milanese (Comune del Parco Sud), che si pone a un livello di urbanizzazione pari al 54%.

Corsico vuole inserire
15 ettari nel Parco Sud

Raramente succede che un Comune si privi di una fetta di territorio, potenziale fonte di reddito tramite gli oneri di urbanizzazione, per “donarlo” a un Parco, in questo caso a quello Agricolo Sud Milano.
Corsico ha preso questa decisione, anche se, soffermandosi sul suo livello di urbanizzazione, si potrebbe affermare che si tratta quasi di un atto dovuto. Infatti, il territorio di questo Comune è già ricoperto da edifici e strade per l’86,7% è (dati Istituto Nazionale Urbanistica, Legambiente Politecnico di Milano).
Sicché, anche il PGT a consumo di suolo zero di Corsico – un piano che non concede più costruzioni su terreno vergine, né permette di fare varianti per rendere un terreno agricolo edificabile – assume un rilievo ben diverso rispetto alla medesima scelta fatta da Pregnana Milanese (Comune del Parco Sud), che si pone a un livello di urbanizzazione pari al 54%.

Non si vive di soli oneri

Complessivamente, si tratta di un’area agricola di circa 15 ettari, alquanto “appetibile”, in quanto nei pressi della tangenziale ovest (pur se nel PRG erano classificate aree a standard, il nuovo PGT avrebbe potuto modificarne la destinazione d’uso). Deliberato dall’ultimo Consiglio Comunale pre-vacanze, il progetto “15 ettari per un futuro sostenibile” deve attendere il parere dell’Ente del Parco Sud.
“Certo – precisa l’assessore all’urbanistica Emilio Guastamacchia – non è facile fare queste scelte quando gli oneri di urbanizzazione sono l’unica strada per far sopravvivere il bilancio del
proprio Comune, ma forse bisogna fare qualche sacrificio e razionalizzare la spesa pubblica per evitare di generare una dipendenza forte dagli oneri di urbanizzazione”.

 

Corsico aree parco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy