Torna la festa di Cascine Aperte
una tre giorni di scoperte
della Milano agricola

Una tre giorni tutta all’aperto per riscoprire le origini agricole di Milano. È la grande festa settembrina di Cascine Aperte che ci porta in questi luoghi della nostra storia, patrimonio culturale di una città che intreccia le architetture rurali e quelle moderne, cascine e grattacieli: una convivenza possibile, pur con qualche attrito. Sono più di 30 le cascine che quest’anno, da venerdì 19 a domenica 21, aderiscono all’iniziativa dedicata alla conoscenza del mondo agricolo urbano, alla scoperta dei progetti rivolti alle fasce deboli dei tanti soggetti no profit e alle associazioni che promuovono attività di cultura e tempo libero.
In ogni cascina si svolgerà una festa diversa e, tra le tante iniziative, abbiamo scelto di segnalarne quattro, tutte all’interno del Parco Agricolo Sud Milano: a est Cascina Sant’ambrogio, a sud Cascina Corte San Giacomo – Nocetum e Cascina Campazzo, ad ovest Cascina Linterno…

Torna la festa di Cascine Aperte
una tre giorni di scoperte
della Milano agricola

Una tre giorni tutta all’aperto per riscoprire le origini agricole di Milano. È la grande festa settembrina di Cascine Aperte che ci porta in questi luoghi della nostra storia, patrimonio culturale di una città che intreccia le architetture rurali e quelle moderne, cascine e grattacieli: una convivenza possibile, pur con qualche attrito. Sono più di 30 le cascine che quest’anno, da venerdì 19 a domenica 21, aderiscono all’iniziativa dedicata alla conoscenza del mondo agricolo urbano, alla scoperta dei progetti rivolti alle fasce deboli dei tanti soggetti no profit e alle associazioni che promuovono attività di cultura e tempo libero.
In ogni cascina si svolgerà una festa diversa e, tra le tante iniziative, abbiamo scelto di segnalarne quattro, tutte all’interno del Parco Agricolo Sud Milano: a est Cascina Sant’ambrogio, a sud Cascina Corte San Giacomo – Nocetum e Cascina Campazzo, ad ovest Cascina Linterno.

La festa di Cascina Sant’Ambrogio alla Cavriana

Cascina Sant’Ambrogio propone progetti, collaborazioni e iniziative all’insegna dell’innovazione, del verde e della sostenibilità. È un po’ una dimostrazione di come l’associazione CasciNet sta rispondendo all’impegno preso con il Comune di Milano a luglio, quando, con una delibera di Giunta, la cascina è stata concessa per tre anni all’associazione, che ha assunto il compito di curarne recupero e valorizzazione per finalità socioculturali e di fruizione pubblica.
Ecco il programma: sabato 20 Settembre alle ore 11, la giornata si aprirà con l’esposizione del progetto “Toccare”, l’opera di riqualificazione del complesso cascinale, che conserva le antiche strutture di una chiesa romanica e custodisce le tracce di un affresco del Trecento nell’abside. Il progetto, curato in collaborazione con l’Associazione Art9, riguarda anche gli interventi di restauro dei dipinti murali e dell’epigrafe tardo antica in pietra. Alle 13 si terrà un buffet con stuzzicherie. Dalle 15 alle 18, chi vorrà potrà partecipare alla visita guidata alla scoperta della cascina, accompagnati dall’Associazione Art9. In parallelo si svolgerà il laboratorio CerAmica, a cura de laBottegadellaSte. Dalle 19 alle 21 l’aperitivo di stagione e a seguire il concerto di musica balcanica del duo Balval. Sarà anche un’occasione per essere partecipi dei diversi tipi di attività e di realtà che arricchiscono la vita di Cascina Sant’Ambrogio: l’associazione Diesis per i bambini con autismo o sindrome di Asperger, la cooperativa La Cordata, il progetto orti Terra chiama Milano, i laboratori, gli eventi musicali e tutti gli spazi interni ora resi agibili e pronti ad ospitare nuove idee e proposte. Domenica 21, alle 11, verrà presentato il progetto Terra chiama Milano. Ci sarà anche il mercatino biologico e artigianale. Alle 13 Cucina aperta e dalle 15 alle 18 Le marmellate in città presentate da laBottegadellaSte. In parallelo si svolgerà il laboratorio di tagliatelle emiliane fatte in casa, sotto l’occhio esperto di nonna Norma. Alle 17 uno spettacolo teatrale per bambini a cura de La scala della vita. Per info www.cascinet.it/

La festa di Cascina Corte San Giacomo – Nocetum

Per chi non la conosce, Nocetum, che nasce come realtà cristiana, accoglie al suo interno una Comunità educativa e un alloggio per l’autonomia per donne in situazione di disagio e fragilità sociale e i loro bambini ma anche a donne sole provenienti da situazioni di maltrattamento. Oltre alla casa di accoglienza, Nocetum organizza percorsi educativi per scuole e gruppi, attività di volontariato ed iniziative per favorire l’integrazione e la coesione sociale del territorio. Nocetum è inoltre promotore di progetti ed attività volte alla valorizzazione del territorio. Per domenica 21 Settembre è stata organizzata una giornata per scoprire le tante peculiarità di Cascina Corte San Giacomo – Nocetum, con un programma adatto a tutti i gusti e ad ogni età. Dalle 15 alle 19 sarà a disposizione La Bottega di Nocetum, oltre ai prodotti del Parco Agricolo Sud Milano, del commercio equo e solidale e delle cooperative sociali nel mondo, ci saranno anche il miele dalle arnie di Nocetum, il nocino con le noci di Nocetum e tante altre sorprese! Alle 16, si potrà partecipare ai Laboratori di archeologia nei pressi della Chiesetta dei Santi Giacomo e Filippo a Nocetum, sito archeologico, con visita alla tomba. In parallelo Attività nell’Area Sperimentale e Didattica su scienza ed energia in collaborazione con Cise 2007 – Greem e Incontri in bottega, alla scoperta dei segreti dei prodotti in vendita a Nocetum nel progetto “Tra Pane e Orti nella Valle dei Monaci”.
Alle 18 verranno proposti Assaggi tratti da ricettari dei secoli I°,V°, XV° a cura della Dr.ssa Giovanna Motta, paleografa ed esperta di storia della cucina (su offerta a partire da 5 euro). Per ulteriori informazioni: info@nocetum.it o tel 02 55230575, www.nocetum.it/

La festa di Cascina Campazzo – Parco Agricolo Ticinello

Già dalla fine degli anni ’90, a Cascina Campazzo, l’Associazione per il Ticinello, guidata da Giuseppe Mazza, ha “aperto la cascina” al pubblico realizzando feste campestri e, riallacciando i contatti con la tradizione rurale, rispolverato i falò di Sant’Antonio, ripreso storie contadine come il “trasloco di San Martino”, condotto i cittadini a riscoprire le lucciole. Insomma, nel quartiere – siamo nella periferia sud di Milano, tra piazzale Abbiategrasso e Gratosoglio – e fin in tutta Milano e Provincia, il Parco, con il cuore nella Cascina Campazzo, è divenuto un luogo di incontro, di interconnessione tra la città e la campagna.
Sabato 20 e domenica 21 si potranno visitare le stalle con animali della cascina Campazzo e acquistare il latte fresco crudo.
/>Domenica, dalle 14,30, preparazione del forno e alle 16 degustazione del pane appena cotto nell’antico forno a legna, accompagnato da salame o da nutella. Sarà anche allestita una mostra fotografica e vi sarà la proiezione del documentario Milano intorno Milano, una ricerca sulle cascine della metropoli a cura di Maurizio Plerani, appassionato di cultura e di vita rurale. Per info parcoticinello.altervista.org

La festa di Cascina Linterno

Cascina Linterno non è solo una delle tante cascine: è un monumento storico tutelato nel marzo 1999 dal Ministero dei Beni Culturali e sopravvissuto miracolosamente all’incontrollata espansione urbanistica del dopoguerra insieme al suo prezioso territorio agricolo, di cui si hanno le prime notizie documentate in una pergamena, la “Carta Investiture” del 1154, conservata nella Canonica di Sant’Ambrogio. A breve verrà avviato il risanamento conservativo della cascina, così come elaborato dal Politecnico di Milano, in collaborazione con i tecnici dell’assessorato ai Lavori pubblici del Comune e approvato dalla Sopraintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano.
Per la festa di Cascine Aperte, l’Associazione Amici Cascina Linterno, in collaborazione con l’Apicoltura Veca ed il Fotografo Naturalista Renato Becchere, propongono, per sabato 20, alle ore 15,30: “Ricerche europee sull’agricoltura urbana: prospettive per Cascina Linterno”, Il rapporto “Cascina-Campo” ed il Progetto “AgriCultura”. Inoltre visita guidata alla Marcita ed alla Chiusa dei “Trii Baselloni” a cura del Politecnico di Milano in collaborazione con l’Associazione Amici Cascina Linterno.
Domenica 21, ore 9,30 e 15,30, si potrà passeggiare per marcite, fontanili, cascine, laghi, boschi e prati, ovvero dalla Linterno alla Caldera, alla scoperta dell’AgriCultura. E ancora, visita di Cascina Linterno e del Laboratorio del Miele E.V.A. di Corte Proverbio con passeggiata fino a Cascina Caldera attraverso le splendide aree di Agricoltura e di Natura del Parco delle Cave. Appuntamento presso la Chiesetta di Cascina Linterno – Via F.lli Zoia, 194 – (MM1 ed Autobus 49, 78, 63 e 67) Partecipazione libera e gratuita. Per altre info www.cascinalinterno.it/


Tutto il programma di CASCINE APERTE è disponibile sul sito www.associazionecascinemilano.org
Cascine Aperte è un’iniziativa a cura di Associazione Cascine Milano e Consorzio DAM in collaborazione con Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Con il patrocinio del Comune di Milano.

 

Torna la festa di Cascine Aperte una tre giorni di scoperte della Milano agricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy