Maroni snobba tutti
e concede l’ok
al pozzo petrolifero a Zibido

Non è evidentemente bastato l’appoggio di Fabio Altitonante, consigliere regionale di Forza Italia, che in data 8 febbraio presentava una mozione per chiedere alla Regione di bloccare i processi amministrativi in corso “per fermare un tale scempio: non permetteremo che il Parco Sud sia prima svenduto e poi sventrato” e ancora “Voglio ricordare che il Parco Agricolo Sud Milano è uno dei più importanti parchi metropolitani d’Europa: le istituzioni hanno il dovere di valorizzarlo e proteggerlo”. Tantomeno l’impegno profuso dal Movimento 5 Stelle. E neppure la mobilitazione di cittadini, comitati e associazioni che si sono spesi per fermare la trivellazione a Zibido San Giacomo dell’Appennine Energy spa. Neanche il parere negativo espresso dal direttivo del Parco Agricolo Sud Milano. Niente di tutto questo ha scalfito la volontà di procedere della Regione Lombardia che, in data 11 marzo ha emesso il decreto di Pronuncia di compatibilità ambientale ai sensi del d.lgs. 152/06 e della l.r. 5/2010 relativa al progetto di perforazione del pozzo esplorativo denominato Moirago 1 dir nel comune di Zibido San Giacomo (Milano).
Vi aggiorneremo quanto prima sulle prossime possibili contromosse che verranno prese dall’Associazione cittadini Zibido San Giacomo.

Maroni snobba tutti e concede l’ok al pozzo petrolifero a Zibido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy