Metti una serata a Cesano Boscone
per riflettere insieme
sul Parco Sud e sul suo futuro

Venerdì 29, ore 21, a Cesano Boscone, via Libertà 24, incontro su “Il Parco Agricolo Sud Milano ha un futuro?”

Certo, dopo la terrificante e inutile megastrisciata di asfalto per la Teem, e con in ballo la Toem e la Vigevano Malpensa, altrettanto inutili e costose, la domanda che questa sera ci poniamo non è certo retorica. Winston Churchill diceva: Non arrenderti mai. Mai. Mai in niente, grande o piccolo, insignificante o importante. Non arrenderti mai, se non di fronte ai princìpi o al buon senso.
Purtroppo, però, siamo così presi dalla quotidianità, dallo scorrere -spesso tumultuoso- della vita da non riuscire ad avere il tempo per fermarci a riflettere, dando tutto per scontato. Ma il fatto è che stanno tentando in tutti i modi di sottrarci il Parco Sud, nato 26 anni fa dalla spinta di associazioni ambientaliste e comitati locali, grazie anche all’impegno di urbanisti e politici “illuminati”.
Dopo oltre un quarto di secolo, una revisione generale va data e questo incontro, promosso dall’Associazone degli Amici del Parco Natura di Cesano Boscone, sarà un primo momento per avviare un ragionamento insieme…

Metti una serata a Cesano Boscone
per riflettere insieme
sul Parco Sud e sul suo futuro

Venerdì 29, ore 21, a Cesano Boscone, via Libertà 24, incontro su “Il Parco Agricolo Sud Milano ha un futuro?”

Certo, dopo la terrificante e inutile megastrisciata di asfalto per la Teem, e con in ballo la Toem e la Vigevano Malpensa, altrettanto inutili e costose, la domanda che questa sera ci poniamo non è certo retorica. Winston Churchill diceva: Non arrenderti mai. Mai. Mai in niente, grande o piccolo, insignificante o importante. Non arrenderti mai, se non di fronte ai princìpi o al buon senso.
Purtroppo, però, siamo così presi dalla quotidianità, dallo scorrere -spesso tumultuoso- della vita da non riuscire ad avere il tempo per fermarci a riflettere, dando tutto per scontato. Ma il fatto è che stanno tentando in tutti i modi di sottrarci il Parco Sud, nato 26 anni fa dalla spinta di associazioni ambientaliste e comitati locali, grazie anche all’impegno di urbanisti e politici “illuminati”.
Dopo oltre un quarto di secolo, una revisione generale va data e questo incontro, promosso dall’Associazone degli Amici del Parco Natura di Cesano Boscone, sarà un primo momento per avviare un ragionamento insieme. L’avvio della serata sarà incentrato sulla natura nel Parco: già a poche centinaia di metri dalle case, il reticolo di corsi d’acqua, siepi e filari permette la presenza di una biodiversità sorprendente. Natura non disgiunta, ma anzi  totalmente connessa a una agricoltura fertile e operosa che ha saputo modellare il paesaggio al meglio, mantenendo altresì un retaggio storico e architettonico ancora integro: dalle abbazie alle rocche e castelli, sino agli edifici delle tante cascine che disseminano il Parco Sud. Altri interventi si focalizzeranno sul consumo di suolo e sulle nuove direzioni dell’agricoltura. Ma nella sintesi ci si porranno questioni complesse: cosa ha fatto di positivo il Parco per il territorio e i suoi cittadini? Ha ancora potenzialità inespresse? Ha senso tutelarlo e valorizzarlo? E come?
Vale la pena essere presenti: staccare per una sera, se possibile, dalla quotidianità e concedere la giusta attenzione a un bene che è nostro patrimonio, da mantenere per le future generazioni. Un parco per nulla scontato, che verrà sommerso dal cemento se non si affronterà a muso duro quel tipo di sviluppo veccho a morire che, pur di far prosperare i soliti noti, non esita a inquinare e distruggere la nostra terra.

Metti una serata a Cesano Boscone per riflettere insieme sul Parco Sud e sul suo futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy