Anche Cusago dice NO alla TOEM
salgono a 35 i sindaci schierati
e intanto la Regione incontra…

A luglio del 2015, 33 sindaci della fascia sud – ovest dell’area metropolitana milanese, unitamente a tutte le associazioni ambientaliste (Associazione per il Parco Sud Milano, Fai, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Wwf), all’unisono hanno chiesto  di eliminare definitivamente dal Piano regionale della mobilità e trasporti (PRMT) della Regione Lombardia le pagine che richiamano la Tangenziale ovest esterna (8 corsie d’asfalto in pieno Parco Sud, da Melegnano a Malpensa). Lo scorso ottobre, anche il Comune di Buccinasco ha aderito all’appello a Maroni. Ora è la volta del Comune di Cusago, guidato dalla sindaca del centrodestra Daniela Pallazzoli, che in questo mese di febbraio ha deliberato all’unanimità in consiglio la sua opposizione al progetto. Intanto sono partiti gli incontri in V commissione alla Regione: ieri, 25 febbraio…

Anche Cusago dice NO alla TOEM
salgono a 35 i sindaci schierati
e intanto la Regione incontra…

A luglio del 2015, 33 sindaci della fascia sud – ovest dell’area metropolitana milanese, unitamente a tutte le associazioni ambientaliste (Associazione per il Parco Sud Milano, Fai, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Wwf), all’unisono hanno chiesto  di eliminare definitivamente dal Piano regionale della mobilità e trasporti (PRMT) della Regione Lombardia le pagine che richiamano la Tangenziale ovest esterna (8 corsie d’asfalto in pieno Parco Sud, da Melegnano a Malpensa. Lo scorso ottobre, anche il Comune di Buccinasco ha aderito all’appello a Maroni. Ora è la volta del Comune di Cusago, guidato dalla sindaca del centrodestra Daniela Pallazzoli, che in questo mese di febbraio ha deliberato all’unanimità in consiglio la sua opposizione al progetto.

“Considerata l’attuale integrità del grande comparto agricolo esistente nel cuore del Parco Agricolo Sud Milano, area strategica e significativa per l’intero contesto metropolitano, che si propone come esempio e modello per una riqualificazione del territorio e dell’ambiente……chiede di eliminare definitivamente dal Piano Regionale della Mobilità e Trasporti della Regione Lombardia l’inserimento del percorso identificato come Tangenziale Ovest Esterna di Milano (TOEM) ed ogni conseguente ed evidente richiamo sia diretto che indiretto legato alla suddetta infrastruttura”.

Incontri e audizioni in Regione

Se la giunta Maroni è stata totalmente insensibile alle richieste dal basso, licenziando il PRMT senza accogliere la pressante richiesta di Sindaci e associazioni, la V Commissione Territorio, dove è approdato il Piano in attesa della sua discussione e approvazione in Consiglio, sembra più propensa ad ascoltare le ragioni del territorio. Il 25 febbraio c’è stata una prima tornata di audizioni, che ha visto coinvolti i Comitati No Tangenziale, l’Associazione per il Parco Sud Milano, Legambiente, Italia Nostra e le associazioni degli agricoltori CIA, Coldiretti e Confagricoltura. Gli argomenti esposti sono stati diversi e tutti ben documentati, e la sintesi è univoca: il progetto della nuova tangenziale esterna deve essere cancellata dalle carte e dal testo del Piano.
Dalla settimana prossima sarà, via via, la volta dei Sindaci, della Città Metropolitana, dei Parchi: tutti ad esprimere lo stesso concetto. Mostreranno ragionevolezza i consiglieri regionali? Anche perché la scelta è secca: o si continua a distruggere territorio fertile e ad alto valore ambientale o si dà attuazione al Parco Sud e alle sua attività economiche sostenibili, per il bene del territorio e dei cittadini della vasta città metropolitana milanese.

26 febbraio 2016

Anche Cusago dice NO alla TOEM salgono a 35 i sindaci schierati e intanto la Regione incontra…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy