Piazza d’Armi è un bene comune
sosteniamo il progetto de Le Giardiniere
segnalandolo per l’iniziativa
governativa denominata Bellezza

Piazza d’Armi è un patrimonio storico culturale da salvaguardare e il progetto messo a punto dall’Associazione Le Giardiniere rientra a pieno titolo nell’iniziativa di Governo denominata Bellezza, realizzata per recuperare i luoghi culturali dimenticati, mettendo a disposizione 150 milioni di euro. L’Associazione Le Giardiniere invita tutti i cittadini a segnalare, entro il 31 maggio 2016, all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it il luogo di Piazza d’Armi: un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività. Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.  
Una volta di più, la nostra associazione, che insieme a molte altre sostiene il progetto messo punto dall’Associazione Le Giardiniere, si affianca al quest’ultima iniziativa a sostegno del loro progetto e ci uniamo nell’invito ad inviare una mail all’indirizzo indicato, copiando il testo (vedi fondo pagina) e mettendo il proprio nome e cognome, in modo da dare più forza alla richiesta. Non è necessario, ma facoltativo, allegare l’istanza (versione word, versione pdf).
Se potete diffondete, per favore.
Abbiamo più volte scritto, raccontato, esaltato il progetto che da anni l’Associazione Parco Piazza d’Armi Le Giardiniere ha messo a punto: in sintesi, si tratta del recupero e rigenerazione di una vasta area pubblica di circa 44 ettari, la Piazza d’Armi e annessi  magazzini militari, sita nella zona 7 del Comune di Milano, dismessa da decenni dal Ministero della Difesa e passata nell’agosto 2015 al … 

Piazza d’Armi è un bene comune
sosteniamo il progetto de Le Giardiniere
segnalandolo per l’iniziativa
governativa denominata Bellezza

Piazza d’Armi è un patrimonio storico culturale da salvaguardare e il progetto messo a punto dall’Associazione Le Giardiniere rientra a pieno titolo nell’iniziativa di Governo denominata Bellezza, realizzata per recuperare i luoghi culturali dimenticati, mettendo a disposizione 150 milioni di euro. L’Associazione Le Giardiniere invita tutti i cittadini a segnalare, entro il 31 maggio 2016, all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it il luogo di Piazza d’Armi: un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività. Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.  
Una volta di più, la nostra associazione, che insieme a molte altre sostiene il progetto messo punto dall’Associazione Le Giardiniere, si affianca al quest’ultima iniziativa a sostegno del loro progetto e ci uniamo nell’invito ad inviare una mail all’indirizzo indicato, copiando il testo (vedi fondo pagina) e mettendo il proprio nome e cognome, in modo da dare più forza alla richiesta. Non è necessario, ma facoltativo, allegare l’istanza (versione word, versione pdf).
Se potete diffondete, per favore.

Riscoprire il progetto de Le Giardiniere

Abbiamo più volte scritto, raccontato, esaltato il progetto che da anni l’Associazione Parco Piazza d’Armi Le Giardiniere ha messo a punto: in sintesi, si tratta del recupero e rigenerazione di una vasta area pubblica di circa 44 ettari, la Piazza d’Armi e annessi  magazzini militari, sita nella zona 7 del Comune di Milano, dismessa da decenni dal Ministero della Difesa e passata nell’agosto 2015 al Demanio Civile.
Tale area, nel corso degli anni spontaneamente rinaturalizzata -con boschi, radure, zone umide, piccola fauna stanziale e di passo- è inserita in un più vasto insediamento militare comprendente l’Ospedale Militare di Via Saint Bon (utilizzato solo in minima parte) e la Caserma Santa Barbara di Piazzale Perrucchetti (sede del comando Telecomunicazioni, in attività).
Di questo complesso risultano vincolati, in quanto architettonicamente rilevanti, la Caserma, l’Ospedale e alcuni edifici dei Magazzini militari.
Sull’area sono attualmente presenti alcune realtà sociali: un folto gruppo di ortisti, che da decenni coltiva alcuni ettari di terreno contribuendo alla sua alberatura e al mantenimento della sua fertilità; una florida azienda di apicoltura con circa 150 arnie (il più grande allevamento urbano di api); un campo regolare di polo/equitazione, realizzato dal Milano Polo Club su autorizzazione dello Stato Maggiore dell’Esercito, che in 5 anni ha dato vita a tornei internazionali con ampio risalto per la città di Milano.

Vedere per rimanere stupiti e coinvolti

“Questo progetto, a cui stiamo  lavorando da anni -spiegano Le Giardiniere-  ha raccolto ovunque consensi e appoggi: la sensibilità delle persone è sempre più orientata al recupero e alla valorizzazione sociale di queste vaste porzioni dismesse di territorio pubblico, soprattutto laddove esse rappresentano un pezzo di memoria storica della città. Inoltre la loro rigenerazione costituisce una preziosa occasione per  mettere in opera una diversa concezione di sviluppo urbano che non si fondi, ancora una volta, sulla costruzione di grandi complessi immobiliari destinati a rimanere vuoti (a Milano si contano decine di migliaia di appartamenti vuoti e milioni di mq di terziario non utilizzato).
Il nostro progetto, che prevede  il risanamento dei Magazzini militari e  la loro riconversione per le  finalità sopra descritte, insieme alla rigenerazione della vasta area verde, da conservare come oasi naturalistica e della biodiversità, come sede di innovative produzioni agro-vivaistiche e di manifestazioni sportive fruibili da  tutta la cittadinanza,  si pone l’obiettivo di tutelare e valorizzare un luogo urbano della cui importanza  storico-ambientale e della cui bellezza la cittadinanza milanese è convinta sostenitrice”.
Per avere già un’idea di che cosa stiamo descrivendo, vi invitiamo a visionare i video prodotti da videomaker che, in questi anni, hanno condiviso il nostro impegno e la nostra azione a favore della valorizzazione sociale e ambientale di questo luogo e un sintetico reportage fotografico.

Testo da inviare
Con l’occasione dell’iniziativa governativa a favore del recupero di luoghi pubblici denominata bellezza@governo.it, propongo
il recupero e la salvaguardia della vasta area pubblica di Piazza d’Armi, luogo importante per la memoria storica di Milano e area di rinaturalizzazione di grande valore ambientale.

Nel merito esprimo il mio  appoggio al progetto che su questa area è stato elaborato dall’Associazione Parco Piazza d’Armi Le Giardiniere e dal Milano Polo Club.
Cordialmente

firma
 
 
da inviare firmata  ENTRO IL 31 MAGGIO 2016 direttamente a:
bellezza@governo.it

 

pubblicato il 28 maggio 2016

Piazza d’Armi è un bene comune sosteniamo il progetto de Le Giardiniere segnalandolo per l’iniziativa governativa denominata Bellezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy