Nasce la filiera Buon riso nei Parchi
per promuovere il riso biologico
dei Parchi Agricolo Sud Milano e del Ticino


Il riso è tra le più importanti coltivazioni del nord Italia, in particolare Piemonte e Lombardia: per questa ragione, la possibilità di orientare la sua produzione verso un’agricoltura ecocompatibile rappresenta una sfida di grande portata. Nei Parchi agricolo sud e del Ticino sono molte le aziende agricole produttrici di riso tradizionale, ma da oggi è finalmente presente una filiera di riso biologico, ecocompatibile, solidale e rispettosa della salute nostra e del nostro territorio.
Infatti, Forum Cooperazione e Tecnologia, nell’ambito del progetto SELS (verso nuovi Sistemi di Economia Locale Sostenibile), ha promosso un intervento sperimentale di sensibilizzazione e formazione per la produzione di riso biologico e ha coinvolto un gruppo di risicoltori tradizionali interessati a innovare i propri metodi di coltivazione. Parallelamente è stato avviato il percorso di costruzione della filiera del riso biologico, compresa trasformazione e logistica, anche in rapporto con alcuni Comuni del territorio dei due Parchi, in modo da integrare i rapporti diretti tra i produttori e i consumatori, favorendo così la crescita di un’economia locale sostenibile e solidale.
Ma non è sufficiente stimolare la produzione, occorre anche…

 

Nasce la filiera Buon riso nei Parchi
per promuovere il riso biologico
dei Parchi Agricolo Sud Milano e del Ticino

Il riso è tra le più importanti coltivazioni del nord Italia, in particolare Piemonte e Lombardia: per questa ragione, la possibilità di orientare la sua produzione verso un’agricoltura ecocompatibile rappresenta una sfida di grande portata. Nei Parchi agricolo sud e del Ticino sono molte le aziende agricole produttrici di riso tradizionale, ma da oggi è finalmente presente una filiera di riso biologico, ecocompatibile, solidale e rispettosa della salute nostra e del nostro territorio.
Infatti, Forum Cooperazione e Tecnologia, nell’ambito del progetto SELS (verso nuovi Sistemi di Economia Locale Sostenibile), ha promosso un intervento sperimentale di sensibilizzazione e formazione per la produzione di riso biologico e ha coinvolto un gruppo di risicoltori tradizionali interessati a innovare i propri metodi di coltivazione. Parallelamente è stato avviato il percorso di costruzione della filiera del riso biologico, compresa trasformazione e logistica, anche in rapporto con alcuni Comuni del territorio dei due Parchi, in modo da integrare i rapporti diretti tra i produttori e i consumatori, favorendo così la crescita di un’economia locale sostenibile e solidale.
Ma non è sufficiente stimolare la produzione: il Forum Cooperazione e Tecnologia, il DESR-PASM (Distretto economia solidale rurale del Parco Agricolo Sud Milano), il Consorzio DiNAMo (Distretto Neorurale delle Tre Acque di Milano), con una prima dichiarazione d’interesse di RES Lombardia (una rete dell’Economia Solidale basata sulle relazioni, sulla sostenibilità sociale ed ambientale), si stanno impegnando per promuovere questo processo di innovazione agricola, economica e ambientale contribuendo a incrementare il consumo di riso biologico del territorio.
La prima nuova produzione, appena raccolta, è delle Cascina Gambarina e Cascina Fraschina ad Abbiategrasso. Questa esperienza di conversione agricola svolge anche la funzione di palestra condivisa per il gruppo di agricoltori coinvolti nel percorso di sperimentazione per la produzione del riso biologico.
Il primo raccolto di riso Arborio è proposto nelle versioni integrale o semilavorato, con prezzi realmente competitivi rispetto a quello tradizionale e si presenta con il marchio DiNAMo e con l’indicazione del produttore e del luogo di produzione. 
”Per chi ama la spesa a chilometro zero, apprezza il bio, e vuole conoscere il sapore del vero riso, la nuova filiera è la risposta alle sue esigenze -spiega Vincenzo Vasciaveo, responsabile relazione esterne DESR-PASM-. Non è facile convincere gli agricoltori a cambiare mentalità, ma un esempio di agricoltore che fino a qualche tempo fa coltivava riso tradizionale viene da Marco Cuneo di Abbiategrasso, che oggi dedica 8 ettari alla coltivazione del riso biologico. E come lui, fortunatamente, altri stanno ripensando il loro modo di coltivare nel rispetto dell’ambiente e della salute”.

Ci vuole il supporto dei Gruppi d’acquisto solidali

Come già è avvenuto negli scorsi anni in occasione dell’avvio della Filiera del Grano e della Filiera degli Ortaggi del Parco sud, promosse da DESR-PASM con Forum Cooperazione e Tecnologia, la costruzione della Filiera del Riso biologico ora ha bisogno anche del supporto dei GAS che possono contribuire a sostenere, con i loro acquisti, le scelte degli agricoltori che hanno intrapreso cammini ecocompatibili ed etici, e far crescere per qualità e quantità un mercato solidale per prodotti e produttori locali nel più ampio territorio agricolo d’Europa. Da dove cominciare? Per contribuire alla costruzione della Filiera di Riso biologico del Parco Agricolo Sud Milano e del Parco del Ticino, i responsabili invitano i Gruppi a inviare compilato il modulo che potete scaricare qui.

Una festa con risottata per incontrare i produttori


E, dedicata a tutti -amanti dei cibi genuini-etici e ai Gruppi d’acquisto solidali- venerdì 7 ottobre sarà possibile scoprire la nuova filiera del riso biologico ed ecosostenibile del Parco Agricolo Sud Milano e del Ticino, a partire dalle 16, per arrivare alle 19 con la risottata e concludere, dalle 20,30 con un intrattenimento musicale.
L’appuntamento è alla Colonia Enrichetta, strada Chiappana ad Abbiategrasso. È richiesta la registrazione online su www.genuinagente.net
4 ottobre 2016

 

Nasce la filiera Buon riso nei Parchi per promuovere il riso biologico dei Parchi Agricolo Sud Milano e del Ticino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy