Pulizia delle rogge fuori stagione:
così si fanno fuori le uova dei pesci
e s’impoverisce l’ecosistema del Parco Sud

31 maggio 2017. Non è facile osservarli, ma a chi ama passeggiare in campagna, sulle sponde delle innumerevoli rogge che innervano il territorio della bassa milanese, sarà capitato di osservare uno o più barchini fluttuare lentamente sulle acque poco profonde: effettuano la pulizia del fondo dei corsi d’acqua, per mantenere in funzione la rete idrica di approvvigionamento delle acque nei campi. Un lavoro silenzioso e poco visibile, ma vitale.
Purtroppo non sempre ben fatto.
È il caso segnalato dalla nostra sentinella Tony Bruson, dove in questi giorni ha avvistato un gruppo di barchini sulla roggia Speziana a Basiglio, nel tratto da Cascina Vione fino ai territori di Pieve Emanuele, che con potenti aspiratori ripulivano il fondo del corso d’acqua, per conto del consorzio Naviglio Olona.
Peccato che questo sia un periodo delicatissimo per molte specie di pesce: carpe, cavedani e tante altre in questo periodo depongono le uova. Non a caso in questi giorni è addirittura interdetta la pesca!
È quindi evidente il danno provocato da queste pompe, che fanno fuori la gran parte delle uova e mettono in crisi non solo i pescatori, quanto tutto il delicato ecosistema del nostro territorio irriguo.
Abbiamo subito allertato con mail la Polizia provinciale (ovvero le poche persone rimaste in Città Metropolitana), sperando di fermare il danno.

Pulizia delle rogge fuori stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy