Riuscito il presidio ad Albairate: un chiaro NO
ad un’altra strada nei Parchi inutile e dannosa
e c’è chi è andato a Roma per dirlo al Ministro

12 dicembre 2017. All’alba e durante la mattina, le tante migliaia di pendolari avranno avuto nodo di leggere negli striscioni ben chiare le motivazioni contro una strada che non risolve i loro problemi e, anzi, toglie risorse all’unico strumento che può collegare velocemente questo territorio con Milano: per il raddoppio della ferrovia fino a Mortara non si trovano infatti i soldi!

E che questa superstrada dalla campagna all’aeroporto di Malpensa sia anche dannosa lo dimostra la presenza di tanti agricoltori e i quasi 50 trattori schierati sui campi intorno alla rotonda di Albairate.

Un messaggio chiaro ed inequivocabile che speriamo sia sentito dopodomani alla Conferenza dei Servizi, che dovrà dare il pare definitivo sulla superstrada Vigevano-Malpensa. La buona notizia è che il Ministero delle infrastrutture ha deciso di sentire i Comitati prima dell’importante appuntamento: l’incontro di oggi speriamo chiarisca anche il Governo che la Lombardia non deve continuare a buttare via i soldi su arterie stradali tanto inutili, perché non risolvono il problema della mobilità, quanto dannose per l’agricoltura e per il territorio. Lo ha compreso anche l’Unione Europea che, su sollecitazione di una petizione di cittadini, ha chiesto all’assessore regionale Terzi e al ministro Delrio di mostrare quella sensibilità ambientale, troppo spesso declamata ma, nei fatti, calpestata.

Presidio Albairate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy