Negativo il bilancio 2019 dell’Osservatorio
permanente contro il Consumo del Suolo
e per la tutela del paesaggio nel Sud Est Milano

19 gennaio 2010. Riprendiamo l’interessante comunicato dell’Osservatorio permanente contro il Consumo del Suolo e per la tutela del paesaggio nel Sud Est Milano dello scorso dicembre.
“Questa fine d’anno ha portato nel nostro territorio una ventata di ottimismo·
il diniego dell’amministrazione comunale di Sordio a un nuovo, enorme insediamento logistico; l’adesione, votata all’unanimità dal Consiglio Comunale di San Donato Milanese, al progetto Fore­stami con l’impegno di raddoppiare in breve tempo il patrimonio arboreo comunale;
l’approvazione all’unanimità del Consiglio Comunale di San Giuliano Milanese del progetto Un albero in più, che prevede la piantumazione di 38mila alberi in pochi anni; una successiva delibera consiliare, pure votata all’unanimità, impegna il comune a finanziare il progetto.
Queste notizie che ci danno fiducia e alimentano nuove speranze. Non che con questo la situazione nei nostri comuni sia rosea, nel corso dell’anno abbiamo già alzato la voce contro progetti che ricopriranno con nuovo asfalto e nuovo cemento il nostro suolo…

– nuove abitazioni arriveranno a San Donato Milanese, Mediglia, Melegnano e Vizzolo Predabissi;
– nuove strade a Melegnano, avanguardia di un maxi-insediamento industriale e logistico che ricoprirà con asfalto e cemento l’8% del territorio comunale;
– faraonici impianti sportivi (città dello sport oppure un nuovo stadio) a San Donato Milanese;
– nuovo polo logistico a Paullo, comune in cui è previsto anche l’ampliamento di uno già esistente;
– nuovo mastodontico insediamento logistico a San Zenone, lo stesso impianto a cui l’amministra­zione di Sordio si è fieramente e coraggiosamente opposta;
– la volontà dell’amministrazione di Melegnano di alienare aree di proprietà che oggi sono verdi ed il voto contrario del Consiglio Comunale alla proposta di adesione a Un albero in più.

Insomma, il conto totale è fortemente negativo, e probabilmente abbiamo pure dimenticato qualcosa.
Ma, nonostante tutto, ci auguriamo che anche le amministrazioni più disattente ai temi ambientali compren­dano che il suolo è una risorsa fondamentale per la nostra esistenza e che forte, coraggioso e determinato debba essere il loro impegno per salvaguardarlo.
Ci piace pensare che vorranno impegnarsi con i fatti e non solo a parole nella salvaguardia del loro territorio. Gli strumenti per farlo ci sono, ne parleremo in incontro pubblico che terremo a Melegnano all’inizio del nuovo anno
A proposito di strumenti , abbiamo chiesto a tutti i sindaci, gli assessori e i consiglieri dei comuni del Sud Est Milano di votare una mozione con cui si chiede alla politica nazionale di approvare la proposta di legge con­tro il consumo di suolo, proposta avanzata dal Forum Nazionale Salviamo il paesaggio Difendiamo i territori.

Il coordinatore Roberto Silvestri

L’osservatorio permanente contro il Consumo del Suolo e per la tutela del paesaggio nel Sud Est Milano è composto dalle realtà locali di Italia Nostra, Legambiente, WWF, Slow Food, DESR, Libera, Amici di Car­lotta, Comitato Tilt Vizzolo e Greensando.

I politici spengono il futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy