Amici della Terra
ma amanti del cemento

Chi lo dice che chi si dichiara amico della terra non possa anche essere un amante del cemento, anche quello inutile, devastante, che va a sotterrare suolo fertile, ricco di vegetazione, di boschi, di bellezza paesistica? Eppure, i rappresentanti lombardi degli Amici della Terra, associazione di stampo ambientalista (in effetti, Friends of the Earth International a livello mondiale è molto apprezzata ed effettivamente sviluppa attività encomiabili), sembrano essere più amici del cemento: al quotidiano Il Giorno, recentemente ha rilasciato dichiarazioni quantomeno sconcertanti in merito al Pgt di Basiglio, dove l’associazione Parco Sud, unitamente al Comitato per cittadino per la tutela del territorio di Basiglio, si sta impegnando per scongiurarne la realizzazione di 300mila mc di nuovo cemento ed è anche ricorsa alla promozione di un referendum per consentire alla cittadinanza di scegliere tra verde e cemento.

Amici della Terra
ma amanti del cemento

Chi lo dice che chi si dichiara amico della terra non possa anche essere un amante del cemento, anche quello inutile, devastante, che va a sotterrare suolo fertile, ricco di vegetazione, di boschi, di bellezza paesistica? Eppure, i rappresentanti lombardi degli Amici della Terra, associazione di stampo ambientalista (in effetti, Friends of the Earth International a livello mondiale è molto apprezzata ed effettivamente sviluppa attività encomiabili), sembrano essere più amici del cemento: al quotidiano Il Giorno, recentemente ha rilasciato dichiarazioni quantomeno sconcertanti in merito al Pgt di Basiglio, dove l’associazione Parco Sud, unitamente al Comitato per cittadino per la tutela del territorio di Basiglio, si sta impegnando per scongiurarne la realizzazione di 300mila mc di nuovo cemento ed è anche ricorsa alla promozione di un referendum per consentire alla cittadinanza di scegliere tra verde e cemento.

 

“Il Pgt di Basiglio è un buon documento”

Tornando alle dichiarazioni rilasciate al quotidiano, Stefano Apuzzo, presidente di Amici della Terra Lombardia, commenta così l’edificante progetto del sindaco Marco Flavio Cirillo: “Considerando che Basiglio è un piccolo comune del Parco Sud, le previsioni edificatorie sono effettivamente significative. Tuttavia, complessivamente, il Pgt è un buon documento”. E anche Loris Riva, direttore di Amici della Terra Lombardia, condivide l’opinione di Apuzzo. Forse basandosi sulla fiducia in Apuzzo, poiché dubitiamo ampiamente che Riva abbia speso ore e ore del suo tempo per leggere il poderoso documento e i relativi allegati che condannano il territorio di Basiglio alla cementificazione.
Dell’opinione di Stefano Apuzzo non possiamo essere stupiti, visto che a Rozzano, dove riveste con secondo mandato la carica di assessore all’ambiente, ha votato un Pgt tra i peggiori in termini di quantità di cemento: sommando i progetti preesistenti e il nuovo Pgt aggiungerà quasi 2 milioni di mc di cemento a Rozzano, cittadina ancor più urbanizzata di Milano e anche dei Comuni della prima fascia dell’hinterland (65,6% il suolo già edificato, contro rispettivamente, il 40,6% e il 55,7%).  
Con il nuovo Pgt Rozzano salirà a quota 70% del suolo consumato: suolo che serve per produrre cibo, per respirare e per godere del paesaggio.
Che aggiungere? Forse che gli Amici della Terra, almeno in Lombardia, dovrebbero ribattezzarsi gli Amici del Cemento.

 

Amici terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy