No Tem, smettetela di lamentarvi
e documentatevi!

I NO Tem sono disinformati, per questo si sono messi in testa di fermare quest’opera! Lo dice un lettore del Il Cittadino, che commenta un articolo del quotidiano dedicato all’autostrada più costosa d’Europa (62,5 milioni di euro al km), con un pedaggio -da Melegnano ad Agrate e viceversa- di ben 8 euro per i mezzi pesanti e 5 euro per le automobili.
Ecco cosa scrive batista66 in data 8 agosto 2013:
Prima di parlare male della TEM, andate a leggere il progetto e tutte le opere connesse, poi vi renderete conto che non ci sarà solo asfalto ma anche progetti di natura e varie cose per l’ambiente!
Quindi invece di continuare a lamentarsi bisogna documentarsi, capito!
Noi vogliamo suggerire al signor batista66 di prendere in considerazione che il cemento che inghiottirà la nostra fertile campagna -senza contare i vari svincoli- sarà pari a 96 ettari (32 km di 4 corsie per ogni senso di marcia), ovvero 960.000 mq. Quali opere ambientali potranno mai restituirci l’agricoltura persa? Compensarci della perdita delle cascine storiche devastavate, scavalcate o cancellate dal tremendo percorso? È bene anche puntualizzare che la Tem, già non ha i soldi per realizzare l’autostrada, figuriamoci poi come si sbatterà per trovare quelli da destinare alle opere di compensazione ambientale. E, solo per fare un esempio, pubblichiamo uno dei tanti panorami con i gioielli del Parco Sud che andranno a essere devastati: nell’immagine, cascina Villambrera, sita nei pressi di Paullo, accanto al canale della Muzza. Quindi, caro signor batista66, noi continueremo a lamentarci. Ma anche a continuare la nostra battaglia di civiltà, purtroppo non compresa dalle tante persone come lei, che si documentano sulla carta e non vivono i luoghi che a breve svaniranno per rimanere solo nella nostra memoria. E questo per accontentare le solite lobby affariste, poiché di questa opera faraonica (del costo di 2 miliardi di euro), come dimostra anche lo studio di Polinomia, se ne sarebbe potuto farne benissimo a meno!

No Tem, smettetela di lamentarvi e documentatevi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy