Segnalare e denunciare serve
l’Amsa è intervenuta
per la discarica di via Rozzano

Certo, è passato oltre un anno, ma finalmente per la discarica abusiva di via Rozzano (nella periferia a sud di Milano) ha deciso di includere quest’area, ci cui abbiamo scritto in precedenza negli interventi periodici che compie in zona, con un programma che prevede il “contenimento” della discarica, attraverso uno sbarramento: in questo modo si impedirà l’accesso dei mezzi di persone incivili che entrano in quest’area a ridosso di campi agricoli del Parco Sud per scaricare rifiuti.  
Le prime segnalazioni su questo caso al Comune di Milano e ad Amsa sono state presentate da Emanuela Duina, presidente Commissione Ambiente…

Segnalare e denunciare serve
l’Amsa è intervenuta
per la discarica di via Rozzano

Certo, è passato oltre un anno, ma finalmente per la discarica abusiva di via Rozzano (nella periferia a sud di Milano) ha deciso di includere quest’area, ci cui abbiamo scritto in precedenza negli interventi periodici che compie in zona, con un programma che prevede il “contenimento” della discarica, attraverso uno sbarramento: in questo modo si impedirà l’accesso dei mezzi di persone incivili che entrano in quest’area a ridosso di campi agricoli del Parco Sud per scaricare rifiuti.  
Le prime segnalazioni su questo caso al Comune di Milano e ad Amsa sono state presentate da Emanuela Duina, presidente Commissione Ambiente del Consiglio di Zona (CdZ) 5, nel febbraio del 2014 e subito dopo da Massimiliano Toscano, consigliere Cdz 5, che ha anche presentato mozioni e interrogazioni, chiedendo una verifica sulla salubrità dei campi coltivati. “L’intervento in via Rozzano -come spiega il mensile di zona 5 Milano Sud- non è ancora stato pianificato nei dettagli e devono ancora essere previsti costi precisi e tempistiche”.

Da 25 anni in attesa del piano di fruizione del Parco

Il problema delle discariche abusive nel Parco Sud non è isolato (ricordiamo la gravità di via Selvanesco, ora sotto controllo con polizia sempre in loco), poiché anche in altre aree periferiche di Milano, sempre all’interno del Parco agricolo, rimangono un problema irrisolto. Anzi, ovunque se ne creano di nuove in ogni angolo nascosto -talvolta neppure troppo- degli altri 60 comuni di questo complesso Parco, nato per salvaguardare l’agricoltura: ricordiamo che il “piano di fruizione” previsto dalla legge istitutiva del Parco, risalente ormai al 1990, non è mai stato progettato né tantomeno realizzato: rendere fruibile ai cittadini il Parco Sud, con piste ciclabile, aree attrezzate ecc- potrebbe portare a una maggiore attenzione dei cittadini che “vivono” il Parco e tenere così più lontani i maleducati, ma soprattutto coloro che per non pagare i costi delle discariche (artigiani, industrie di ogni settore ecc) li abbandonano senza scrupoli in ogni dove.

 

Segnalare e denunciare serve l’Amsa è intervenuta per la discarica di via Rozzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy