Cascina Camposoglio a Pioltello
avrà il sigillo “Protetto dalla Soprintendenza”
ma, come altri beni, non significa che sarà restaurata

6 settembre 2019. È dello scorso 14 agosto la notizia che anche Cascina Camposoglio, a Pioltello, è entrata a far parte della lunga schiera di monumenti protetti dalla Soprintendenza. Certo, è di conforto sapere che non potranno demolirla: di fatto, però, l’apporre il sigillo di “monumenti di interesse storico ed etnoantropologico quale testimonianza dell’economia rurale tradizionale….” non significa che la proprietà debba intervenire per restaurarlo e ridargli l’aspetto di un tempo (vedi video). Ne è dimostrazione la quantità di beni “protetti” in tutta Italia, come anche nel Parco Agricolo Sud Milano, che di bellezze storiche ne contiene in quantità. A Milano, è stata l’ottima …

Cascina Camposoglio a Pioltello
avrà il sigillo “Protetto dalla Soprintendenza”
ma, come altri beni, non significa che sarà restaurata

6 settembre 2019. È dello scorso 14 agosto la notizia che anche Cascina Camposoglio, a Pioltello, è entrata a far parte della lunga schiera di monumenti protetti dalla Soprintendenza. Certo, è di conforto sapere che non potranno demolirla: di fatto, però, l’apporre il sigillo di “monumenti di interesse storico ed etnoantropologico quale testimonianza dell’economia rurale tradizionale….” non significa che la proprietà debba intervenire per restaurarlo e ridargli l’aspetto di un tempo (vedi video). Ne è dimostrazione la quantità di beni “protetti” in tutta Italia, come anche nel Parco Agricolo Sud Milano, che di bellezze storiche ne contiene in quantità.

A Milano, è stata l’ottima vicesindaco e assessora all’urbanistica Ada Lucia De Cesaris, che anni addietro aveva promosso, per le molte cascine di proprietà del Comune, la possibilità di proporle in gestione a privati, che ne avrebbero curato il recupero e utilizzato il monumento per scopi sociali. E molte cascine sono state così salvate. Ricordiamo anche che, per la magnifica Cascina Linterno, destinò al suo restauro gli oneri di urbanizzazione di nuove edificazioni in zona.

Nella maggior parte dei casi però, ricordando anche le chiese (anch’esse tutte sotto tutela della Soprintendenza), i monumenti storici con il “sigillo” delle Belle Arti sono pressoché più che decadenti. Un esempio tra tutti: il borgo di Macconago (tra cui anche la chiesa), di proprietà delle banche che, dopo il fallimento di Ligresti, è divenuto uno dei tanti possedimenti ed è in totale degrado. In fondo a via Ripamonti, il borgo sorge accanto allo Ieo (ospedale oncologico di Veronesi), su un’area di 620mila mq “ceduti” dal Parco Agricolo per consentire un business privato di altissimo ritorno economico, quello della salute. Chissà se, con il nuovo Pgt dell’assessore Maran, il Comune chiederà di “recuperare” il magnifico borgo e relativa chiesetta per scopi sociali? Ci permettiamo di dubitarne, ma speriamo proprio di essere smentiti.

Cascina Camposoglio a Pioltello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy