Per migliorare efficacia ed efficienza delle attività
di vigilanza, controllo e prevenzione ambientale
la Regione stanzia 555.000: 185.000 per 3 anni

28 novembre 2019. La Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa tra Regione Lombardia, il Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente – Nuclei Operativi Ecologici (NOE) di Milano e Brescia e l’ARPA Lombardia (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) per migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva delle attività di vigilanza, controllo e prevenzione in materia di tutela dell’ambiente. L’idea è corretta, ma la cifra è assolutamente inadeguata, per non dire ridicola. Con meno di duecentomila euro all’anno di possono far stampare i biglietti di auguri per le Feste natalizie, ma non si possono acquistare molte fototrappole o droni con fotocamere, così come chiedono i Comuni.

Azioni previste dal Protocollo d’intesa

L’atto prevede anche uno stanziamento di 550.000 euro per azioni di presidio e controllo del territorio. Con questa delibera prosegue dunque la collaborazione tra le Regione e le Forze dell’Ordine per azioni di prevenzione dei reati ambientali e per un più efficace controllo del territorio. In questo modo  favorendo lo scambio reciproco di informazioni e dati di monitoraggio e collimando le priorità di azione per aree o problematiche specifiche.
“Con il rinnovo di questo accordo – commenta Cattaneo – Regione Lombardia dimostra la volontà di mantenere alta l’attenzione sui controlli e di voler proseguire in azioni di prevenzione e contrasto alla criminalità nel settore ambientale  che permettono di agire con prontezza alle emergenze. È fondamentale continuare a vigilare e tenere alto il livello di guardia lavorando con impegno e sinergia tra le Istituzioni, le Forze dell’ordine e i soggetti preposti al controllo, al fine di rafforzare tutte le iniziative per la prevenzione di reati ambientali e nel campo della gestione dei rifiuti”.

Finalità

La delibera vuole migliorare l’efficacia e l’efficienza delle attività di vigilanza, controllo e prevenzione a tutela dell’ambiente. Allo stesso tempo si propone di garantire l’applicazione della normativa in materia ambientale con particolare attenzione alla contaminazione da rifiuti, sviluppare azione di formazione sulle discipline in materia ambientale e sensibilizzare gli enti locali sui temi della prevenzione dei reati.

Impegno finanziario

La spesa a carico di Regione Lombardia ammonta a 555.000 euro così ripartiti: 185.000 per il 2019; 185.000 per il 2020 e 185.000 per il 2021.
Riteniamo che si tratti di una cifra assolutamente ridicola, rispetto a quanto succede, in tema di ambiente, nella nostra Regione. Le sole richieste per strumentazioni (fototrapppole e droni) effettuate dalla decina di Comuni dove operano le nostre Sentinelle coprono già tutto il budget regionale. Il controllo del territorio dagli ecoreati, per essere efficiente, si fa con ben maggiore convinzione e risorse.

Ecco quanto vale la tutela dell’ambiente per la Regione Lombardia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy