roggia corio

Ad Assago la roggia Corio sarà tombinata:
gli amministratori amano il cemento.
Forse per dimostrare di essere “moderni”

16 dicembre 2017. Piccole vie azzurre, che molti, purtroppo anche tra gli amministratori, non sanno neppure quali funzioni abbiano avuto e svolgano tuttora. Eppure, le rogge continuano a essere un patrimonio per le attività umane, soprattutto quelle agricole e sono un punto di forza per la salvaguardia dell’ecosistema. Ma agli amministratori non sono interessati a tutto ciò: pensano che gettarvi sopra cemento sia una dimostrazione di modernità. Dimenticando quanto oggi, ancor più di ieri, sia ragionevole lasciarle scorrere libere, poiché i cambiamenti climatici -con gli alti e bassi tra siccità e inondazioni- portano a ferire fortemente il territorio. Eppure vi sono norme, leggi e decreti  che prevedono il divieto di tali insensatezze da parte degli amministratori locali…

(altro…)

Vigevano-Malpensa al Cipe

Progetto superstrada Vigevano-Malpensa
Tutto rimandato al CIPE:
si accorgerà della sua insostenibilità?

15 dicembre 2017. Una mezza sconfitta e/o una mezza vittoria. Da una parte l’ennesima riunione della Conferenza dei Servizi a Roma non è riuscita ieri a dare il sì definitivo al progetto portato avanti da Maroni e da alcuni grandi comuni dell’area, dall’altra si è deciso di passare la palla al CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) si dovrà esprimere sulla superstrada in maniera definitiva.

Il CIPE non è mai contraddistinto per la sensibilità ambientale, ma ci auguriamo che prenda almeno una decisione razionale…

(altro…)

Discarica parcoroccolo

Discarica di rifiuti speciali nel Parco del Roccolo:
dopo i sindaci, anche Legambiente ricorre al TAR.
E il vicepresidente Regione Lombardia,
presenta mozione: “Fermate questa follia”

15 dicembre 2017. I Parchi sono un luogo dove scaricare i rifiuti speciali e non? Stando alla Città Metropolitana di Milano, sì! Si può fare… su 200mila mq, come autorizzato a luglio del 2016, quando i tecnici della Città metropolitana hanno dato l’ok attraverso la Via (Valutazione di impatto ambientale) nonostante il parere tecnico contrario della Regione. Il Parco destinato a raccogliere 600mila mc di rifiuti è quello del Roccolo, un Plis (Parco locale di interesse sovracomunale) ai confini nord-ovest del Parco Agricolo Sud Milano esteso su circa 16 Kmq, a cavallo tra i comuni di Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Casorezzo, Nerviano e Parabiago.
Ma ci sono molto “contro”. Infatti, oltre alle centinaia di cittadini riuniti anche in comitati, a supporto del ricorso presentato dai sindaci di Busto Garolfo e Casorezzo e del Parco del Roccolo contro l’AIA (autorizzazione integrata ambientale) e il mancato ripristino secondo la convenzione stata siglata nel 2002 tra la proprietà del terreno, i Comuni interessati e il Parco del Roccolo per il recupero ambientale della cava Solter, si unisce il ricorso al TAR presentato da Legambiente Lombardia, per fermare…

(altro…)

EcomuseoMartesana

C’è un “fil bleu” che unisce il nord est:
è la Martesana, il naviglio che dà il nome
all’Ecomuseo che coinvolge 29 comuni

14 dicembre 2017. Non lasciatevi sviare dal nome. L’ecomuseo non nasce per salvaguardare solo l’ambiente. È invece una istitu­zione culturale aperta, che può essere costituita da enti locali in forma singola e associa­ta, da associazioni, fondazioni o altre istituzioni di carattere privato senza scopo di lucro. Il tutto è frutto della legge regionale n. 13 del 2007, ispirata al modello francese, dove già dagli anni ’60-’70 si è sviluppata una nuova concezione di modello di museo, non più inteso come luogo di mera conservazione e contemplazione, ma come uno spazio dove farsi interprete della società e rispondere ai bisogni della comunità: un progetto culturale innovativo che punta a valorizzare il patrimonio materiale e immateriale, di responsabilizzare le comunità locali rafforzandone l’identità e di favorire lo sviluppo locale. In che modo? Raccogliendo, conservando e valorizzando le eredità e gli elementi di identità di un territorio, fatta di storia, persone, luoghi, tradizioni, arti e mestieri: una sorta di museo diffuso, “vivo” e all’aperto, sparso su un ampio territorio che ha le medesime peculiarità e radici. Il primo all’interno del Parco Sud è quello della Martesana…

(altro…)

Regalo Berlusconi a Basiglio

Strenna natalizia di Berlusconi a Basiglio
chiude un passaggio per accedere al lago
Per la sua immobiliare il percorso è pericoloso

13 dicembre 2017. Il pacco dono di Natale agli abitanti di Basiglio da parte dell’Immobiliare Leonardo, di proprietà della Fininvest e quindi riconducibile alla famiglia Berlusconi di Berlusconi, è di pessimo gusto: il sentiero che si dipana da Milano 3 al lago di Basiglio -area di elevato valore naturalistico rilevata circa 20 anni fa dalla Provincia- è stato chiuso con sbarramenti di metallo e cartelli con la scritta “PERICOLO”.
È forse eccessivo pensare a un dispetto per le ripetute prese di posizione dei cittadini contro le nuove costruzioni (clicca qui), ma questo blocco è un orribile biglietto da visita per un’immobiliare che, a sua detta, dovrebbe riqualificare il patrimonio edilizio di Basiglio con nuove costruzioni di qualità, ma intanto impedisce agli attuali abitanti della cittadina di attraversare il pratone di sua proprietà, costringendoli a un lungo giro per arrivare a godersi la natura del vasto lago.

Sono quasi 30 anni che da Milano 3, attraversando due ponticelli, si arriva a…

(altro…)

Presidio Albairate

Riuscito il presidio ad Albairate: un chiaro NO
ad un’altra strada nei Parchi inutile e dannosa
e c’è chi è andato a Roma per dirlo al Ministro

12 dicembre 2017. All’alba e durante la mattina, le tante migliaia di pendolari avranno avuto nodo di leggere negli striscioni ben chiare le motivazioni contro una strada che non risolve i loro problemi e, anzi, toglie risorse all’unico strumento che può collegare velocemente questo territorio con Milano: per il raddoppio della ferrovia fino a Mortara non si trovano infatti i soldi!

E che questa superstrada dalla campagna all’aeroporto di Malpensa sia anche dannosa lo dimostra la presenza di tanti agricoltori e i quasi 50 trattori schierati sui campi intorno alla rotonda di Albairate.

Un messaggio chiaro ed inequivocabile che speriamo sia sentito dopodomani alla Conferenza dei Servizi, che dovrà dare il pare definitivo sulla superstrada Vigevano-Malpensa. La buona notizia è che il Ministero delle infrastrutture ha deciso di sentire i Comitati prima dell’importante appuntamento: l’incontro di oggi speriamo chiarisca anche il Governo che la Lombardia non deve continuare a buttare via i soldi su arterie stradali tanto inutili, perché non risolvono il problema della mobilità, quanto dannose per l’agricoltura e per il territorio. Lo ha compreso anche l’Unione Europea che, su sollecitazione di una petizione di cittadini, ha chiesto all’assessore regionale Terzi e al ministro Delrio di mostrare quella sensibilità ambientale, troppo spesso declamata ma, nei fatti, calpestata.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la Cookie policy